La solita laicità

La solita famiglia è laica e i bambini frequentano le ore di religione come partecipano alle ore di scienze e di matematica, perché è conoscenza e perché la Bibbia è uno dei più grandi libri di storie che l’umanità conosca (anche se sarebbe molto più bello che fossero lezioni di religioni). No, i soliti genitori… Continue reading

Il solito mercoledì mattina

Di solito la solita Simonetta ha il mercoledì mattina libero da impegni lavorativi. Di solito – di conseguenza – la solita mamma ha il mercoledì pieno di impegni familiari: accompagnare i bambini a scuola, sbrigare faccende varie in casa e fuori, bere un caffè in pace con il solito compagno, organizzare un pranzo per tre… Continue reading

Insolite rivelazioni

– Come stai? – il solito marito. – Uno schifo. – Anche io. Presente quando hai l’impressione di avere delle cose in sospeso da fare? – Esatto. Anch’io. Abbiamo fatto le vacanze con mille propositi e poi siamo rientrati nella quotidianità che non ci permette nemmeno di alzare la testa. – Già. Compreso il weekend…. Continue reading

Insolite amicizie

Sembrava che il solito figlio (e la solita Simonetta) dovesse(ro) dire ciao per cessata attività a F. il 31 dicembre scorso. L’ultima volta che Pallino era andato a tagliare i capelli, F. aveva detto alla solita mamma che avrebbe chiuso i battenti dopo 51 anni di lavoro in quel posto (e 76 di vita portati… Continue reading

Missing New York di Don Winslow

Missing New York* di Don Winslow stava aspettando la solita Simonetta da una settimana. Era appoggiato sulla panca vicino al letto dove attendono i libri da leggere subito, nella sua copertina dal colore arancio caldo intiepidita dal sole limpido che in inverno si stampa proprio lì (che poi è il posto dove la solita donna svernerebbe ogni anno… Continue reading

I soliti agguati di stagione

A Pallandia Home puntuale come il prurito dopo la puntura di una zanzara tigre è arrivata l’influenza. Quella gastro-intestinale. E solo chi ne ha avuto esperienza diretta può capire quando l’insolita casalinga esprime il concetto “togliersi da sotto il naso anche solo l’idea di vomito del proprio pargolo adorato” e la gioia che ne consegue. La solita… Continue reading