Ci sono giorni in cui si cresce

Ci sono giorni in cui ti fai convincere a giocare e poi quel passatempo ti sembra fin troppo divertente.

Ci sono giorni in cui giocare non ti basta più e pensi che in fondo, sì, sarebbe bello continuare a farlo per un po’.

Ci sono giorni in cui pensi che tutte le cose belle che ti sono capitate nella vita sono successe per caso e ti auguri che il fato sia ancora benevolo con te per qualche altra volta.

Ci sono giorni in cui ti dicono che non sai giocare bene e ti motivano anche, nel dettaglio, dove hai sbagliato.

Ci sono giorni in cui il gioco, nonostante tu non sia così brava a giocare – te l’hanno proprio scritto nero su bianco – continua a piacerti e insisti a farlo solo perché ti piace.

Ci sono giorni in cui ti rendi conto che le critiche non ti fanno male come una volta quando ti saresti chiusa a riccio e avresti mandato a fan culo tutti.

Ci sono giorni in cui ti renti conto che forse – ma dico forse – a quaranta&$/£?e anni sei cresciuta. Solo un po’, eh :).

Le solie cose, insomma.