Insoliti picnic

– Mamma, ti prego! – la terzogenita in lacrime.

– Ascolta, amore. La compagna di Pallina ha invitato tua sorella. L’ultimo complenno a cui sei andata, lei non è venuta con te. Ti ricordi?

– Ti prego, mamma. Fammi andare! – ancora la cinquenne. E così in loop dal primissimo pomeriggio, fino all’uscita della sorella accompagnata dal solito papà all’ennesima festa di compleanno.

La solita Simonetta sente la primavera in agguato. E’ stanca (molto stanca). E’ allergica (molto allergica). I suoi figli invece sono elettrici e pare che abbiano energie in abbondanza, anche quando si tratta di piagnistei, litigi, ecc.

– Idea! – la solita donna che avrebbe voluto solo abbioccarsi per mezz’ora in divano o sul letto o, anche per terra…

– Etciù, etciù – la piccola indomita.

– Picnic sul tappeto!

– Come quello che dovevamo fare per il mio compleanno e che poi pioveva e Pallino vomitava e…

– Sì, proprio quello!

– Con i pop corn?

– Sì!

– Con il gelato?

– Sì!

– Con la tovaglia per terra?

– Sì!

– Possiamo anche guardare un film?

– Questa è una grande concessione*, però. Va bene, dai!

La piccola ha preparato la tovaglia gialla con i cuoricini della nonna, Pallino, il fratello maggiore, ha portato le ciotoline per i pop-corn e un piattino per il gelato ricoperto per la sorella. Hanno fatto il loro insolito picnic, che è durato un paio d’ore, solo per il piacere di stare tutti e tre seduti a gambe incrociate sulla tovaglia.

– Mamma, è stato un pomeriggio bellissimo! – ha detto Pallottolina alla solita mamma mentre, prima di metterla a letto, le misurava la febbre e le faceva l’aerosol.

Le solite piccole felicità (e insoliti compromessi).

Felice settimana a tutti (con un debito di un’ora di sonno, che chissà quando verrà smaltita…).

*A Pallandia Home si guardano solo dvd. Il sabato pomeriggio i soliti bambini hanno libertà di visione (tv, pc, tablet…) e di scelta. Quando si mangia però, non sono ammessi apparecchi accesi di nessuna sorta. Ieri è stata un’enorme eccezione alla regola. Cosa non si fa per amore e per sfinimento…