Insoliti tesori portati dal mare

– Guardaaa.

– Cavoli, quest’anno il mare si è arrabbiato davvero.

– Andiamo a vedere?

– Fate attenzione a non farvi male.

– Vieniii.

– Un secchiello!

– Venite! Qui c’è una paletta.

– Mamma c’è un cane. Ho paura.

– Perlustriamo a raggiera, così raccogliamo più cose.

– No, noi stiamo con te. Tappiii.

– No, quello è tutto rotto, non prenderlo.

– Una barchettaaa.

La spiaggia dopo le grandi mareggiate è un mix disomogeneo di umanità.
I gestori dei bagni fanno la conta dei danni.
I locali chic passeggiano o corrono con la loro puzza sotto il naso.
I cani scagazzano in libertà.
E la solita famiglia perlustra alla ricerca di tesori nascosti.
Il bottino di questi giorni è ricchissimo: due tavolette da surf per bambini, due secchielli, 7 palette e rastrelli, 12 palline, 18 tappi grandi (per Pallino che deve fare un progetto di matematica che ne richiedeva 25), un borsone per portare a casa l’oggettistica insolita insieme a tanta sabbia, 8 formine di cui una a forma di Hello Kitty.

– Siamo strani, però? – il solito marito in serata, dopo aver messo a letto i bambini, crollati tra le braccia di Morfeo ebbri di ossigeno e di fatica.

– Perché? – la solita donna.

Le solite questioni irrisolte.

2 Comments Insoliti tesori portati dal mare

  1. Avatar17enne

    Prima o poi io e i tuoi figli ci scontreremo sul bagnasciuga e ci litigheremo un bastoncino.

    Meglio studiarmi come corromperli (per Pallina ho già qualche idea)

    1. AvatarSimonetta B.

      L’importante è che se hai un cane non faccia loro troppe feste :). Per il resto qualsiasi cacciatore di tesori sotto la sabbia sarà nostro amico.
      Un abbraccio :).

Comments are closed.