Insolite fate madrine

Il Carnevale è alle porte e la solita Simonetta va in crisi. Il 2015 è iniziato all’insegna della voglia di chiarezza e quindi i suoi discorsi cominciano troppo spesso con: – Ho bisogno di capire.

Domenica scorsa il solito marito le ha fatto notare però che il ritornello del desiderio di capire aveva fatto da preambolo ai soliti discorsi otto volte. Cioè, un conto è voler comprendere e un’altro è essere sclerotici.

Sta di fatto che in questa sua voglia di chiarezza, c’è finito anche il Carnevale. E per estensione il circo e le giostre.

Ecco. Insomma alla solita Simonetta non vanno giù Carnevale, circhi e giostre. Le danno un senso di brrr lungo la schiena, ma non sa dirvi perché. E’ così. E’ più forte di lei.

Poiché è una donna adulta e madre di tre creature innocenti deve fare bel viso a cattivo gioco, in particolare con la secondogenita alle prese con il mascheramento conformista. Sì, lei che impersonerà la fata madrina in Cenerentola, non è dato sapere quando e in che lingua (in classe di Pallina la comunicazione scuola-famiglia è un optional), vuole vestirsi con un bel sacco viola come nella migliore interpretazione di bididibodibù disney*, senza sentire ragioni sulla versione dark* di Roberto Innocenti.

La solita donna allora si è procurata uno dei libri più belli di fate che conosca Filo di fata* di Philippe Lechermeier, edito da Donzelli e non c’è più stata storia. Pallina ha abdicato e si è innamorata delle fate insolite che solo un artista come Lechermeier poteva esprimere.

Ora sorge un piccolo-minuscolo problema: realizzare il sogno dell’insolita fata madrina, vista l’arci-nota incapacità creativa materna. Per ora la solita Simonetta si è procurata della carta velina verde, della tela fucsia, pietre colorate e una gonna a balze giallo-primavera che nella sua mente fervida potrebbero riuscire a far felice la sua bambina. La solita donna si conosce abbastanza a fondo per sapere che tra il dire e il fare c’è di mezzo un mare di aiutooo.

Il solito carnevale, ancora.

Filo di fata Book Cover Filo di fata
Philippe Lechermeier, Aurélia Fronty,
Albi illustrati
Donzelli
2009
89