LAVA: Il cammino dei diritti

Un paio di settimane fa le solite figlie sono state invitate a un compleanno e come di consueto e un po’ per deformazione professionale la solita Simonetta come regalo ha comprato un libro. La solita figlia di mezzo non è d’accordo, ma visto che di solito nessuno pensa a quel genere di cadeau, la solita mamma insiste. In quell’occasione ha trovato tra gli scaffali della sua libreria del cuore Il cammino dei diritti* di Janna Carioli e Andrea Rivola, edito da Fatatrac, nella versione Carte in tavola. La serie, Carte in tavola appunto, si presta ad essere usato più come un gioco, visto che è possibile costruire un percorso e un grande puzzle, che come libro in senso stretto.

La solita Simonetta però ha avuto la fortuna qualche tempo dopo di trovare lo stesso titolo nella versione libro-tradizionale e non ha potuto fare a meno di prenderlo anche per i soliti figli. Parlare di diritti non è mai facile e l’albo di Janna Carioli e Andrea Rivola riesce con intelligenza a mescolare poesia e sostanza storico-giuridica. Al momento i soliti figli prediligono le filastrocche, più per la musicalità che per il senso compiuto in alcuni casi.

Dire di no

E’ più facile andare
dove va la corrente
è più facile fare
come tutta la gente.
Ma cambiare si deve
e cambiare si può
basta avere il coraggio
di dire di no.

Per puro spirito di osservazione c’è da dire che le bambine sono meno interessate per il momento – ma la solita bibliotecaria non se ne preoccupa – alla parte più squisitamente divulgativa, dove si spazia da Gandhi ad Abraham Lincoln, da Nelson Mandela a Francisco “Chico” Alves Mendes Filho. Questa parte coinvolge maggiormente il primogenito, più curioso e più appassionato all’approfondimento e anche al confronto con i soliti genitori quando qualcosa che legge non lo convince (o lo convince troppo).

Il metodo LAVA continua a evolversi a Pallandia Home.

Buon weekend e felice Venerdì del libro a tutti :).

Cammino dei diritti, Il Book Cover Cammino dei diritti, Il
Janna Carioli, Andrea Rivola,
Albi illustrati
2014
21

2 Comments LAVA: Il cammino dei diritti

    1. AvatarSimonetta B.

      Grazie. La filastrocca del “no” riguarda la segregazione razziale in America. Io – lo so che non avrei dovuto per rispetto al tema – ma l’ho appiccicata al frigorifero e la leggo “casualmente” nella speranza che la impariamo a memoria tutti (cioè io e i bimbi).
      Insolito metodo LAVA ;).

Comments are closed.