Insolite rivelazioni

– Come stai? – il solito marito.

– Uno schifo.

– Anche io. Presente quando hai l’impressione di avere delle cose in sospeso da fare?

– Esatto. Anch’io. Abbiamo fatto le vacanze con mille propositi e poi siamo rientrati nella quotidianità che non ci permette nemmeno di alzare la testa.

– Già. Compreso il weekend. Tra compleanni imbarazzanti e telefonate assurde. Senti, vado a farmi un giro.

– Ok.

– Volevo dirti un’altra cosa, ma non volevo darti il colpo di grazia.

– Dimmi, tranquillo, non mi sconvolge più niente negli ultimi tempi.

– In tanti anni non te l’ho mai detto.

– Hai un’altra? Figli sparsi nel mondo?

– No, peggio. Non sopporto i piatti sporchi con le bucce della frutta lasciati in cucina.

La solita Simonetta ha appreso la notizia con lo sguardo smarrito e serio richiesto per l’occasione. Non appena il solito orso conservatore è uscito si è fatta una risata che le ha fatto dimenticare gli ultimi dieci giorni di rotture di maroni cosmiche.

Le solite cose, insomma.