Il solito aerosol

L’aerosol a Pallandia Home ha un effetto insolito. Assurge a focolare domestico attorno al quale girano emozioni (e batteri). La sera prima di andare a letto o la mattina presto il malato di turno approfitta della mascherina e del bzzz medicamentoso per commentare, aprirsi o semplicemente fare richieste alla solita mamma (visto che il solito padre, oltre al vomito, si rifiuta di sorvegliare l’apparecchio spalanca-bronchi con il figlio di turno).

Pallina, la secondogenita, sta per compiere sette anni. Lei è decisa, ostinata, caparbia, forte, capace, ribelle e non vuole fare l’aerosol, eccetto alle 5.30 della mattina (anche se bisogna ammettere che tanto a quell’ora non dorme nessuno a causa della sua tosse ultimamente).

– Mamma, ma quand’è che mi compri il telefono?

Ecco, l’aerosol ogni tanto, oltre a liberare dal muco, facilita gli emboli alla solita Simonetta.

Good morning :).