Insoliti desideri

– Mamma ti ricordi quando siamo andati nella Città Ideale?
– Sì, Pallina.
– Ti ricordi che abbiamo pensato un desiderio e buttato un soldino nei sotterranei?
– Sì, mi ricordo. L’abbiamo fatto tutti.
– Ecco. Allora quand’è che succede quello che ho chiesto?
– …

Pallina, la secondogenita seienne, sta vivendo un’evoluzione in-solita. Lei è testarda, pignola (per le cose che le interessano), tachente, distratta quando mangia (si capisce dove è seduta a tavola, da quello che compare sotto alla sua sedia), attenta quando si tratta di bilanciare quello che spetta a lei e quanto compete ai fratelli, grande e tenera come solo può esserlo una bambina ancora piccola, conformista (oh sì, ha scoperto che le piace imitare quello che fanno gli altri, chiunque altro).
Il dunque è molto semplice: i soliti genitori vorrebbero sapere quale desiderio ha espresso per provare distrattamente ad esaudirlo. Temono d’altro canto, conoscendola, quel suo desiderio inespresso.
Chissà.
Idee?

2 Comments Insoliti desideri

  1. franci

    per me sarebbe un problema farmi dire il desiderio …perchè da noi i desideri si esaudiscono se non detti ….
    non so aiutarti ma son curiosa di vedere come te la cavi!!

    1. La solita mamma

      Non me la cavo, proprio :). Pallina sta davvero crescendo e i suoi desideri mi spaventano un po’, visto che è molto pratica e dal piglio costoso ;). Tremo!

Comments are closed.