I papà vengono da Marte le mamme da Venere

Succede che a un certo punto la terzogenita cominci a chiedere una sorellina. Una volta. Due volte.
Alla terza le spieghi che lei è una bambina mooolto fortunata ad avere già due fratelli grandi, un maschio e una femmina, insomma è una meraviglia di socialità familiare – al limite della perfezione -, aggiungerebbe la solita mamma, ma si ferma per evitare di entrare nel pantano di una conversazione che non sa dove la porterebbe.
Ma lei, insiste, a distanza di tempo: – Voglio una sorellina.
Poi capita tra le mani  della solita mamma un saggio dal titolo Gli uomini vengono da Marte e le mamme da Venere*, il manuale per genitori a uso terrestre scritto da Alberto Pellai e Barbara Tamborini, edito da De Agostini e la solita lettrice ha capito esattamente due cose. La prima è che l’ultima figlia ha quattro anni abbondanti, e secondo la teoria degli autori, a partire dal terzo di età del bambino o la coppia è scoppiata o è finalmente fuori dal tunnel della maternità-paternità-latte-pappa-cacca-pannolino-notti-in-bianco: avete presente quel tetro antro che ti fa dimenticare che esiste un mondo a parte tuo figlio, quello in cui fare una doccia è un evento eccezionale da segnare in agenda accanto a voci altrettanto importanti come visita pediatrica, pulizia dentale, controllo ginecologico, quello in cui non esisti più come persona e basta? Ecco quello.
La seconda è molto più dozzinale ed è il fatto che la solita donna c’ha un’età e anche se la tentazione del quarto figlio si affaccia nella sua mente (le basta vedere un bimbo di qualche mese per cominciare a spostarsi da una gamba all’altra con quel dondolio tipico, come se già lo stesse cullando – alla faccia di Pavlov), le basta consultare la sua carta d’identità per notare una spia lampeggiante che le intima il game over del suo apparato riproduttore (o quasi).
E allora perché si è letta un libro adatto a chi è alle prime armi?
Per un motivo molto semplice: una collega della solita bibliotecaria le aveva parlato (molto bene – tra l’altro) di Alberto Pellai come relatore in occasione di un incontro Nati per leggere e quindi la sua curiosità è stata stuzzicata nel profondo.
Iniziate le prime righe, si fa fatica a sospendere la lettura, sia che si abbia scoperto di essere incinti, lui e lei, per la prima volta, sia per chi, come la solita mamma, rilegge i primi anni di mammitudine alla luce di quanto raccontano gli autori e si ritrova immerso esattamente con loro in quel periodo bello e difficile allo stesso tempo.
Pellai e Tamborini hanno quattro figli e già questo è motivo per credere sulla parola ai loro consigli: se sono sopravvissuti come coppia e come genitori loro.
Come professionisti del settore, il manuale è ricco di spunti per le mamme, ma anche – e soprattutto – per i papà. Sette anni fa quando la solita Simonetta aspettava il suo primogenito ha fatto fatica a trovare letture adatte al suo compagno: la maggior parte dei saggi parlavano alle donne, raccontando i cambiamenti fisici a cui vanno in corso nei nove mesi e poi, rivolte alle mamme su come gestire un bambino appena nato (come farlo dormire, come allattarlo, come-come-come…).
In Gli uomini vengono da Marte e le mamme da Venere anche i padri possono capire a quali emozioni andranno incontro, non solo rispetto al figlio e alla propria compagna, ma anche rispetto a sé stessi. Mica vengono da Marte sul serio eh :)?
Non guasta un altro particolare: c’è da ridere parecchio, ma forse il lato comico si riscopre a distanza di tre anni dalla nascita del tenero frugolino. Ahah.
Felice settimana a tutti (anche perché, con un giovedì di festa, la settimana sembrerà decisamente più breve).

*Link affiliato Amazon

Papà vengono da Marte, le mamme da Venere, I (ebook) Book Cover Papà vengono da Marte, le mamme da Venere, I (ebook)
Alberto Pellai
Libri per grandi
De Agostini
2014
174

8 Comments I papà vengono da Marte le mamme da Venere

  1. Avatarlaprossimavoltamamma

    Io ne ho due e hanno appena compiuto quattro anni e tre anni(ebbene si: hanno una differenza di un anno e quindici giorni) e la piccola va dicendo in giro che ” quando nascerà la sorellina dalla pancia della mamma etc etc (lei la cullerà, la terra in braccio, le darà la pappa)”. Il fatto e’ che mamma non ha proprio intenzione di ricominciare (anche se, come te, l’idea di un frugoletto fra le braccia…). Anzi sto ricominciando solo adesso a riconsiderarmi come persona! Ognuno di noi penso che si possa rivedere nel libro che hai consigliato: ma per adesso,per quanto mi riguarda, ho più voglia di guardare avanti, che indietro!

    1. AvatarLa solita Simonetta

      Il leggendo questo libro ho pensato a me qualche anno fa. Mi sarebbe stato utile. Con il senno di poi posso confermare quanto hanno scritto gli autori e mi sento di consigliarlo vivamente.
      Un abbraccio forte 🙂

  2. AvatarMamma Avvocato

    Io non sono n ora fuori dal tunnel, visto che il nano ha 2 anni e cinque mesi, quindi mi sa che aspetterò ancora un po’ per leggere questo libro e ridere ripensando al passato!

  3. AvatarLa solita Simonetta

    Oppure potresti cominciare con un nuovo pargoletto ;)….Ahahah! Scherzi a parte, è un ottimo manuale, che si legge come un romanzo divertente.
    Tantissimi baci 🙂

  4. AvatarLaNinin

    E i genitori vengono dalla Terra e i figli pre- e ado-lenscenti dalla Luna!? 😉
    Intanto tu fai un giro nel “mio mondo”: sei stata booknominata! 😉

Comments are closed.