Il solito bilancio di fine anno 2014

Il 2014 è stato un anno insolito per la solita Simonetta: riflessioni, ripensamenti, sollecitazioni, conclusioni e nuovi inizi. Sul piano professionale ha raggiunto dopo anni di lavoro il riconoscimento da parte della sua associazione del titolo di professionista delle biblioteche. Una magra consolazione se la solita lettrice osserva quello che sta succedendo alle biblioteche nelle quali… Continue reading

I soliti quesiti in autostrada

I giorni di festa della solita famiglia sono sempre simili tra loro. Di norma è prevista l’attesa della vigilia, con preparativi affidati da un paio di anni all’insolita party planner in progress (che è Pallina, la secondogenita), un lungo viaggio in macchina il 25 dicembre e un Santo Stefano di recupero della normalità. Babbo Natale ha rispettato i… Continue reading

Buone feste a tutti

A Pallandia Home come di consueto non appena finisce la scuola non serve la sveglia mattutina e i bambini si scoprono super attivi alle 6 in punto. – Hai sentito? – Shhh… Cosa? – Quel rumore. – Vorrei dormire – il solito papà. – Sembravano delle campanelle. – Infilatevi qui sotto le coperte. Cosa state… Continue reading

Il solito figlio nerd

Pallino, primogenito di otto anni, è curioso. Spulcia libri, smonta cose (di solito fuori uso, ma la tentazione di farlo con quelle ancora funzionanti è grande), osserva con il microscopio da vicino (- Chi mi dà una goccia di sangue?), con il binocolo per vedere lontano e con il metal-detector per scrutare dove lo sguardo… Continue reading

LAVA: In una notte di temporale di Yuichi Kimura (Salani)

Spesso e volentieri la solita Simonetta dà per scontati alcuni capisaldi della letteratura per l’infanzia nell’errata convinzione –  la solita snob – che siano già di dominio pubblico. Eppure non è sempre così. Spesso anche in biblioteca i soliti professionisti della cultura cercano novità (editoriali o di comunicazione e promozione del libro e della lettura),… Continue reading

Insolite scoperte familiari

“Nostra figlia piccola sa leggere” – la solita mamma. “Come fai a saperlo?” – il solito padre-turista per caso in giro per Pallandia Home. “Oggi sono andata a fare la spesa e le ho dato la lista. Mi ha chiesto perché c’era scritto papi.” “Capirai. Manco avesse letto chissà cosa.” ” Amore, leggi qui.” “p.a.n.e…… Continue reading