Insolita esperienza al cinema

Il regalo speciale di cui la solita mamma parlava qui è stato il cinema. Ebbene sì, i soliti figli non erano mai stati al cinema. Alla fine, i soliti genitori si sono decisi e si sono detti : – O la va, o la spacca. Per mal che vada usciamo.
Per cominciare hanno scelto un cinema per bambini (della serie niente multisala ultra figo, con il film che attira le masse nel giorno dell’Immacolata). In pratica sono andati a vedere Planes* vicino a casa, nel cinema rionale in cui gli hanno addirittura offerto schiacciatine e crostatine alla cioccolata (le ultime non avevano mai varcato la soglia di Pallandia Home e ora fanno parte dei sogni notturni della secondogenita cioccolato-dipendente).
Le tende del cinema di velluto rosso: – Uaooo!
Le poltrone: – Mamma, ci cado dentrooo.
Il buio e il suono del film che comincia subito: – Uaooo!
E dopo cinque minuti: – Mi scappa la pipì.
– Anche a me.
– Anche io.
E poi la meraviglia delle meraviglie: l’intervallo.
– Vi scappa la pipì?
– No.
E tutti, o quasi, i bambini hanno cominciato a correre all’impazzata attorno alle poltrone. Una follia collettiva, una sorta di pista da corsa al coperto in salita-con rallentamenti e in discesa- con accelerazione. Pallino, settenne, ha seguito tutto il film, andando in bagno tre volte e sostando in braccio alla solita mamma per una buona mezzora.
Pallottolina, la terzogenita, ha chiesto subito dopo l’intervallo: – Ma quando finisce?
E ha sostato anche lei in braccio della solita Simonetta per una buona mezzora e per il resto del tempo lungo il corridoio centrale dove ha fatto nuove amicizie. Del cinema le è piaciuto correre. Portarla a casa è stata una vera fatica. Sarebbe rimasta in pista per un’altra proiezione.
Pallina, la secondogenita, ha gradito la crostatina alla cioccolata. Il film era troppo lungo e anche lei ha approfittato, tra un fratello e l’altro, delle gambe della solita mamma.
L’unica che ha visto il film per intero comunque è stata la solita Simonetta. Iuppiii!

p.s. Lo spirito del film è piaciuto alla solita donna: della serie gli ultimi saranno i primi, i buoni sentimenti pagano, anche i grandi sbagliano, ecc. Però, se il rispetto per la saggezza dei più vecchi non avesse indossato la divisa militare, sarebbe stato meglio.
– Sei sempre la solita – ha commentato il solito marito.

6 Comments Insolita esperienza al cinema

  1. sascha

    Planes e’ stato il nostro quarto film al cinema. Il Tigre e la Pulcetta, a quanto pare, amano il cinema. Il Tigre, da bravo treenne ultra sensibile, ha chiesto di uscire al momento in cui il cattivone fa cadere Dusty nell’oceano, ma la curiosità era troppa ed è rientrato subito. La Pulcetta, dall’alto dei suoi due anni, si mette lì, pop corn alla mano e segue tutto il film rapita. Loro comunque non vedendo molti cartoni, hanno il rito di un film a sera col papà sul divano. Lo ha chiesto il Tigre quando era molto piccolo essendosi incuriosito a kung fu panda! La cosa più bella è stata rimettere piede al cinema. Per vedere un cartone Disney, ma con loro!

    1. La solita mamma

      Da noi, le bambine non sono amanti della tv nemmeno a casa. ma era un’esperienza da fare comunque.
      Io nemmeno ricordo più l’ultima volta che sono andata al cinema, fa te :)!

  2. Per la piccola eSSe il primo film “su grande schermo” è stato Cars (il primo) in inglese quando aveva due anni perchè lo proiettavano in un parco pubblico vicino in estate…
    E’ vero loro vogliono principalmente giocare!!! Aspettano l’intervallo per correre!
    Ora gode di più la magia del cinema ma restano tanto lunghi i film e alcuni sono emotivamente perturbanti, io questo p.e. l’ho scartato perchè un’atra mamma mi ha detto che quando (ATTENZIONE STO SPOILERANDO! 😉 ) muore uno dei protagonisti i bimbi più piccoli o sensibili rimangono turbati. Mia figlia però è stata un po’ spaventata anche da Gargamella 😉 e dal papà di Ponyo 😉

    1. La solita mamma

      A me questo film l’aveva consigliato un’amica, quindi sono andata sul sicuro. In realtà l’inno indiretto all’aereo da guerra vintage e a quelli nella portaerei in mezzo all’oceano non mi è piaciuta tantissimo. C’erano altri modi per trasmettere il rispetto per l’esperienza passata. Baci 🙂

  3. Gabriella Carofiglio

    io ho portato marta per la prima volta a vedere i croods…mi sa la scorsa primavera, e son rimasta sorpresa dal livello di interesse e di pazienza (c’è da die che, per “intrattenere” lei e il suo amichetto, con la mamma c’eravamo portate due bei bustino di pop-corn e succhi di frutta, eheh).

    1. La solita mamma

      I miei sono piuttosto schizzinosi in fatto di alimenti e quindi non attacca con i pop corn. Comunque era un’esperienza da fare e alla fine i bambini, magari per i motivi sbagliati, si sono divertiti. E questo è quello che contava.
      Un abbraccio 🙂

Comments are closed.