Aspettando il Natale

A Pallandia Home il compleanno e il Natale sono due grandi momenti di attesa per i bambini.
E a pensarci bene, si tratta di festeggiare delle nascite.
In entrambi i casi, il bello è la preparazione, la possibilità che tutto sia possibile, la libertà di credere di poter fare ogni cosa, di pensare ad ogni più improbabile dettaglio.
E’ il mettersi intorno a un tavolo e raccontarsi, organizzare, prendere appunti (compito della solita mamma fino all’anno scorso, punto d’onore del primogenito da quest’anno).
Con i compleanni ciascun bambino deve pensare a come essere protagonista della sua giornata, organizzando tutto e conducendo da padrone assoluto ogni attività del resto della famiglia (per il momento è andata bene Nessuna richiesta assurda, se non avere la massima attenzione ed essere il centro dei pensieri degli altri componenti).
Finora la festa è sempre stata quindi in famiglia e a scuola, fin quando è stato permesso (alla scuola elementare sono molto più severi per quanto riguarda l’introduzione di alimenti in classe).
Quest’anno per esempio la festa del primogenito è stata davvero insolita: invece che ricevere i regali, lui ha portato i regali ai suoi compagni di classe per il suo compleanno.
Una cosa simbolica: ma l’importate è stato l’impegno che ci ha messo a preparare dei biglietti personalizzati per ciascun compagno, il fiocco e il regalino. Ha pensato a tutti, comprese le maestre e le bidelle. E’ inutile dirvi che è stato apprezzato molto e lui si è sentito orgoglioso di aver inventato una bella tradizione alternativa ai soliti gonfiabili di massa (e la solita mamma più di lui Ma che ve lo dice a fare?).
Natale è un altro momento di grande attesa.
Nell’arco dell’anno, dopo l’ultimo compleanno di famiglia (che è stato quello di Pallino), i bambini cominciano a fantasticare sul 25 dicembre.
Ieri hanno fatto notare alla solita Simonetta che tra un mese esatto è Natale e che loro sono ancora in alto mare con le idee. Ci stanno provando a sedersi intorno al solito tavolo, ma son piuttosto indecisi. Il bello è proprio questo.
Dover scegliere un regalo (perché la regola è che Babbo Natale porta un solo regalo a ciascun bambino) tra l’universo di quelli disponibili. Che poi sono sempre due, visto che un libro (un po’ più prezioso del solito) c’è sempre sotto l’albero.
Anche se poi si rischia di finire come l’anno scorso che Pallino voleva le bocce (quando si dice minimalismo zen) e la solita mamma alla disperata ricerca in pieno dicembre di palle da spiaggia introvabili.
Intanto, come da tradizione, la solita donna si è già procurata il suo pensiero per il 2013.
Si è regalata un librino stupendo che le ricorda cos’è un libro, un albo un po’ vintage e un po’ meta-libro, originale e intrigante, facile e difficile, insomma come piace a lei.
Si tratta di Libri* di Murray McCain, edito da Topipittori.

E voi, avete già un’idea di cosa porterà Babbo Natale ai vostri bambini?
Ovviamente, la solita organizzata vi terrà aggiornata sulle decisioni epocali della solita famiglia, settimana per settimana :).

*Link affiliato Amazon

4 Comments Aspettando il Natale

  1. Avatarslela della Tribù

    Io ho già comprato tutto, ho il pacco imboscato in ufficio.
    Quest’anno la tribù ha esagerato, niente minimal, solo giochi di lusso nella letterina, quindi babbo natale ha fatto molto di testa sua per risparmiare.

    1. AvatarLa solita mamma

      Io sono più in alto mare che i bambini.
      A parte che mi sono davvero regalata due libri: avevo bisogno di coccolarmi un po’;) In questo periodo sono una iena: mordo chiunque mi capiti a tiro, senza distinzione di età, sesso o colore.

  2. Avatarmammapiky

    Non so perché nemmeno mio figlio ha ancora deciso, e deve essere lui a farlo. Cambia idea ogni giorno, per fortuna son tutte richieste facili.

  3. Avatarmcomemamma

    Brava! Condivido i regali “minimal” anche perchè ne ricevono poi un scco da ari zii, nonni, amici e prenti vari quindi Babbo Natale si può limitare!
    La mia grande ha chiesto macchinine, moto, drangonball (!) e il kit x fare l dottoressa……mi picciono come idee (a parte i dragonball…): per lo meno non sono le solite bambole!!!

Comments are closed.