#Incipit: sei come sei di Melania Mazzucco

L’anno zero. Quando mi chiedono in che anno sono nata, rispondo. Perché ritengo scontato mentire – ci si aspetta che le donne non dicano la verità. E nemmeno i giovani, a meno che non ostentino il privilegio della loro età per trarne beneficio. Alla gioventù si perdona più volentieri l’errore, la presunzione e il coraggio. E io detesto il determinismo della biologia. Chi mi interroga inoltre non sa che considero ogni anno della mia vita un miracolo, e me ne vanto. Però rispondo a modo mio. Sono nata nell’anno del cavallo, dico.

Incipit di Sei come sei* di Melania G.Mazzucco, edito da Einaudi.

E’ la prima pagina di un libro, romanzo o saggio, a scegliere la solita donna e non viceversa.
Prende in mano il volume, quasi mai ne legge le recensioni (ops!), non si intrattiene sulla quarta di copertina. Si fa invece ammaliare o respingere dall’incipit.
E’ così che a Pallandia Home si affollano quantità notevoli di libri.
A dispetto del marketing, è sempre la voglia o meno di girare quella prima pagina per sapere come va avanti la storia l’unica leva che spinge la solita Simonetta a comprare o portare a casa dalla biblioteca un libro.
E voi, da cosa vi fate affascinare?
Qui nebbia, malesseri di stagione (sottoscritta in primis) e tanta voglia di non fare niente, a parte leggere sotto il piumone.
Buon weekend a tutti.

4 Comments #Incipit: sei come sei di Melania Mazzucco

  1. Avatarmammapiky

    Spesso dal titolo, giro per gli scaffali e poi lo vedo, sento che mi chiama e provo un attrazione irresistibile. Alla fine non sono io che scelgo lui ma il contrario e difficilmente ne rimango delusa.

  2. AvatarDrusilla Galelli

    Anch’io come mamma Piky mi faccio chiamare dal titolo ma anche un po’ dalla copertina. Infatti la cosa che odio di più del dover essere schiava di un ebook è proprio la non possibilità di guardare la copertina.

Comments are closed.