#noivaliamo: donne, quarantenni e fascino

Ieri la solita Simonetta ha visto queste foto.
E poi ha ri-pensato al post che ha scritto qualche tempo fa sull’essere invecchiata.
Oggi passeggiava sul Lungomare e ha osservato le persone che le passavano accanto. Ha guardato i soliti figli e si rendeva conto di quanto siano cresciuti. E con loro, anche lei, che pure aveva 36 anni anni quando è arrivato Pallino. Se potesse la solita mamma tornerebbe indietro per rivivere gli ultimi anni che ha passato dal momento in cui è arrivato il primo bambino e poi via via le altre due. E’ stata, ed è, una gran fatica. Ma è stato anche bellissimo.
La solita donna si guarda allo specchio e vede che il suo fisico non è più quello di sei anni fa.
Non è più elastico. La pelle non è più fresca, nonostante il sole e il sale che di solito le davano quel tocco magico che le piace tanto. I capelli mesciati non sembrano più così naturali (appaiono solo tinti e nemmeno tanto bene per la verità).
E poi le arriva incontro una donna, sconosciuta. Lunghi capelli neri, striati di bianco. Un vestitino semplice, una borsa a tracolla, ballerine e golfino (qui fa ancora freddo).
Fascino.
La solita Simonetta non ha mai cercato di essere alla moda a tutti i costi. Non ne ha mai sentito il bisogno. Non ha mai rincorso la bellezza (anche se incinta si sentiva – e lo diceva pure – bellissima. A lei gli ormoni avevano fatto questo effetto).
Una donna dopo i 40 anni per la solita società è già vecchia (magari detto nel tono più dispregiativo che vi viene in mente).
La solita Simonetta pensa che una donna ultra quarantenne sia affascinante quando riesce a portare la propria età con orgoglio, a testa alta e con leggerezza.
Ecco, per dirvi che la solita inconfondibile palla è alla ricerca del suo fascino.
A testa alta.
Con orgoglio.
Per tutto quello che questo corpo le ha regalato nei 42 anni passati.
Felice di quello che è.
Ogni fase della propria vita va assaporata in ogni istante, coccolata e poi lasciata andare.
Questa consapevolezza le è venuta troppo tardi. Forse si chiama maturità.
E voi come vi sentite? Che ambizioni avete per i vostri ultra-anni?

8 Comments #noivaliamo: donne, quarantenni e fascino

  1. Alice

    Ehi, ma sei bravissima con la grafica!
    Riguardo al post, che dire, non ho mai fatto niente per mantenermi giovane, mi trucco pochissimo e forse dimostro meno anni perché sono proprio convinta nel profondo di averne meno! Poi, magari, un giorno mi sveglieró e mi accorgeró di avere la pelle di cartapecora! Vabbè me ne farò una ragione, dai. Vorrà dire che ho vissuto.

  2. Velma

    Dunque.
    Per quanto mi riguarda, a quarant’anni, sicuramente:
    – sarò più bionda rispetto ad ora;
    – sarò più libera rispetto ad ora;
    – farò più volte l’amore con mio marito (in assoluto, non rispetto ad ora);
    – avrò sempre lo stesso numero di jeans;
    – continuerò a non saper camminare sui tacchi;
    – le mie tette risentiranno maggiormente della forza di gravità;
    – sarà più profonda la ruga d’espressione che dalla fronte mi scende verso gli occhi;
    – avrò il naso più lungo di 4 mm, rispetto ad ora;
    – sarò ugualmente scema.

    P.S.:Simo, una tua foto però ce la potevi postare!

    1. La solita Simonetta

      Ci credi se ti dico che tante volte ho cercato una foto da mettere nel solito blog e non ne ho trovata una. Ho il monopolio della macchina fotografica per cui io non ci sono mai (salvo una con le corna della renne luccicanti che suonano jingle bell – ma non si sente, ma io lo so) e un paio di altre sotto la neve (cioè io sono quella imbaccucata).
      Neanche tu pulluli di foto tue comunque ;D!

    2. Velma

      Ma quella con le corna di renna luccicanti che suonano jingle bell è perfetta, direi.

      Le mie foto le pubblico, le lascio qualche giorno e poi le spubblico…devi essere più attenta, cara mia….

    1. La solita Simonetta

      Più o meno è quello che ho pensato vedendo le foto su Repubblica e di quella pancia. Io sono orgogliosa della mia pancia che è riuscita con tutte le difficoltà (vedi allergie) ad avere tre bambini sani. Aver avuto tre gravidanze serene. Essere riuscita ad allattare (che non era per niente scontato nel mio caso).
      E tutto con questo involucro qua.
      Più ci penso e più penso che devo solo cambiare parrucchiere: voglio la naturalità anche fuori dalla mia testa. Chissà ;D!?

  3. Squabus

    Al momento mi sento uno spaventapasseri e vorrei davvero invecchiare meglio di così
    mi sei d’ispirazione
    e anche io penso che devo solo cambiare (vedi trovare) parrucchiere. Ho dei capellic osì facili che quasi quasi me li faccio tagliare dal chercheur, che almeno siano come li voglio io.

Comments are closed.