LAVA: la solita festa della mamma

Domenica è la Festa della mamma e per questo Venerdì del libro la solita Simonetta non può che aprirvi la libreria di Pallandia Home e farvi vedere quali letture non potranno mancare.

Dov’è la mia mamma?* di Julia Donaldson e Axel Scheffler, edito da EL, è il preferito di Pallina.
Quando ha cominciato la scuola materna per sei mesi è andata a scuola con la borsetta, questo libro e come segnibro una foto che rappresentava lei e la sua di mamma.

Uffa mamma, uffa papà*(per par condicio – aggiunge la solita Simonetta) di Marie-Lowise Fitzpatrick, edito da Lapis, è di nuovo un libro preferito dalla secondogenita, tanto per ribadire che il suo è un bel carattere.

La mamma* di Alessandro Sanna, edito da Emme, è invece il libro preferito da Pallottolina. La pancia-buco della mamma  di Sanna rimane sempre una scoperta, ad ogni rilettura.

Urlo di mamma* di Jutta Bauer, edito da Salani, è il preferito della solita Simonetta, urlatrice di professione, difficilmente controllabile, soprattutto nei suoi soliti momenti di stress.

Il preferito di tutti è però Le pazze giornate della mamma* di Elise Raucy e Estelle Meens, edito da Aliberti.
Questo libro se l’è regalato la solita Simonetta e rappresenta perfettamente i suoi alti e bassi di questo mese.

E’ fondamentalemente di corsa, in debito di ossigeno (anche a causa dell’asma) e di tempo (non solo a casa, ma anche sul solito blog).

E’ sempre con la testa altrove. In biblioteca, i suoi pensieri sono a casa, ma soprattutto a casa, il suo chiodo fisso è la biblioteca e il lavoro.

E la solita mamma e i suoi bambini invece avrebbero solo bisogno di puntare il naso al cielo, respirare con calma e tranquillità e recuperare la pace e la serenità. Tranquilli: succede ogni anno. Ancora due settimane di pressione e poi per la solita famiglia ri-comincia la bella stagione.
Buona Festa della mamma a tutte.

*Link affiliati Amazon

14 Comments LAVA: la solita festa della mamma

  1. Avatarmoni

    Grazie per tutte queste belle segnalazioni! Il primo lo conoscevo già… gli altri saranno miei presto!
    Io ho segnalato un paio di settimane fa “perchè piangi mamma?” Lo conosci?
    Buona giornata
    Moni

  2. AvatarAlice

    Ecco di questo post mi prendo l’ultima immagine “con il bisogno di puntare il naso al cielo, respirare con calma e tranquillità e recuperare la pace e la tranquillità”. Posso? Buon fine settimana Simonetta.

    1. AvatarLa solita

      Anche a me fa sempre un certo quell’immagine :D!
      Certo che puoi!!!
      Il mio fine settimana sarà all’insegna del lavoro: ma è un bel lavorare insieme ad artisti e amanti del libro per ragazzi! Torno adesso e domani e dopodomani sarò con loro e per loro :D!

    1. AvatarLa solita

      L’ultimo me lo sono regalata :D!
      E’ di una dolcezza incredibile e ci fotografa perfettamente: dolci e arrabbiate, disponibili e impegnate, madri e mogli, di corsa e alla ricerca di un tempo immobile. Lo adoro :D!

  3. Avatarjessica

    Questo ultimo colpisce in modo particolare anche me, grazie del suggerimento per il regalo (che anche quest’anno devo cercare da sola :D)!

    1. AvatarLa solita

      Il tema della mamma è sempre una scoperta anche per noi madri. Questo albo sintetizza in modo poetico i nostri mille volti e ruoli: quando l’ho visto non ci ho pensato due volte a prenderlo, più per me – forse – che per i bambini.
      Ciao e buon we :D!

  4. Avatarmaris

    Che carrellata bellissima!!
    Sai che questo venerdì anche Cì ha parlato di “Urlo di mamma”?

    Intanto…auguri oggi alla solita Simonetta in questo caso più solita mamma che mai 🙂

  5. AvatarFedericasole

    Che carrellata mammesca!Il primo non lo conosco, ne abbiamo un altro con lo stesso titolo, regalo dell’ospedale dov’è nata Ciambella!Gli altri li abbiamo tranne Mamma e il tuo preferito che mi attira tanto sarà perchè ci trovo qualcosa in comune?!altro che corse….ma un momento alla fine lo troviamo sempre per incastrare tutto all’ultimo secondo ed è bello così!;-)un bacione!

    1. AvatarLa solita

      Sono sempre la solita mamma ;D!
      E c’è una certa attenzione con il progetto Nati per leggere alla figura genitoriale e quindi io ci sguazzo un po’.
      Baci :D!

Comments are closed.