Bruno Tognolini: fare un bambino felice (o non tanto infelice) 5

Quinto punto del decalogo dal titolo Dieci punti per fare un bambino felice. O non tanto infelice* di Bruno Tognolini, conoscitore di parole e di saggezza comune .
Con diffidare dai decaloghidiffidare degli espertifarsi le proprie idee e fare spesso il tagliando delle proprie idee Tognolini aspira a diventare un rivoluzionario della pedagogia moderna.
Che dire!? Questa settimana con esercitare memoria e giudizio non si smentisce.
Memoria di se stessi bambini e giudizio di adulti.
Memoria: io (Bruno Tognolini) salivo sugli alberi più alti.
Giudizio: mi ha fatto male? No, era bello e m’ha dato fiducia.
Azione: vedo mia figlia che si arrampica su un albero, ricordo, giudico, reprimo il santo impulso a gridarle: scendi!
Memoria: io (Bruno Tognolini) da bambino le ho prese che le ho prese.
Giudizio: mi han fatto male? No, altro m’ha fatto ben peggio.
Azione: devo darle a mia figlia? No, non mi va.

Ora ci prova la solita Simonetta.
Memoria: odiava mangiare fuori casa, le si chiudeva la bocca dello stomaco.
Giudizio: le ha fatto male? No, non è morta di fame. Mangiava quando tornavo a casa.
Azione: deve obbligare la terzogenita a mangiare a scuola? No, guardano il menù insieme tutte le mattine e se c’è qualcosa che alla piccola va di mangiare lo mangia, altrimenti no. Però rimane a scuola nell’ora del pranzo (alla fine dell’anno ha praticamente assaggiato tutto e a dire che se qualcosa non le va, non la mangia).
Adesso tocca a voi!

Segue il punto sei.

E buon 25 aprile a tutti.

*Fonte del decalogo: Letteratura per l’infanzia

3 Comments Bruno Tognolini: fare un bambino felice (o non tanto infelice) 5

  1. Avatarmammapiky

    Questa e’ una bella sfida ed anche un grande insegnamento, da seguire tutti i giorni…però sai che ci devo pensare che così su due piedi non mi viene in mente nulla?? Sarà un bene o un male?!?!?

  2. AvatarLaNinin

    Questo mi piace, è un buon approccio.
    Ho memoria di me da piccola e ho tentato di tradurla nei miei comportamenti, nei confronti dei miei figli.
    Li ho lasciati salire gli alberi, stando sotto a vigilare, per esempio.
    Ma il dunque e i nodi al pettine arrivano ora a 15 anni, l’adolescente non capisce niente e io e mio marito andiamo avanti a spanne, sbalorditi e sprovveduti. 🙁

    P.S. non è che Tognolini ha scritto anche “come fare un adolescente felice con due genitori ancora in vita”?! ;D

Comments are closed.