La solita mamma a tempo pieno

Una volta alla settimana la solita Simonetta lavora solo il pomeriggio e quindi la mattina fa la parte della brava mamma.
Si alza con calma, sveglia con più rilassatezza i bambini e fondamentalmente si perde.
Sì, perché se la solita organizzata non ha una tabella di marcia definita, il tempo le scorre tra le dita.
Questa mattina però è stata particolare perché potrebbe essere la prima di tante altre da mamma a tempo pieno e l’ha assaporata minuto per minuto. Si è alzata presto ed è andata a prendere le brioches calde per i bambini (sì, perché Pallino le ha esplicitamente chiesto con una delicatezza degna di un piccolo lord di non sperimentare altre brioches fatta in casa da lei). Ha accompagnato prima Pallino e poi le ragazze.
Si è resa disponibile ad accompagnare le maestre e i bambini dell’ultimo anno di materna in visita alla scuola elementare (si tratta di un progetto di continuità per far vivere con meno ansia il passaggio dall’asilo alla primaria visto la quantità di stress che i genitori riescono a tramettere ai loro figli).
E’ andata a fare shopping (si è perfino comprata uno smalto fighissimo, visto che finalmente potrebbe trovare il tempo per metterselo).
E’ andata a bere il caffè con il solito marito.
Si è dilungata in libreria (che nelle giornate feriali è un paradiso).
E’ tornata a casa e ha preparato da mangiare per lei e Pallino, che vivono il pranzo loro due da soli, come un momento magico e speciale.
Ha dato un po’ di solidarietà a colleghi in preda allo sconforto: perché il lavoro deve nobilitare l’uomo (la donna purtroppo se la sono dimenticata, e quindi deve patire ancora un pochino), non può e non deve annientarlo soprattutto con la scusa della crisi. Per finire si è trovata a dover correre sotto la pioggia per andare a prendere il primogenito.
Il tempo le era sfuggito di nuovo.
Sarà che la solita Simonetta non si è ancora resa conto di cosa la aspetterà nel prossimo futuro (ma se è così ben venga), ma oggi sta così bene.
Se sta sognando, vi prega di non svegliarla.
Felice giornata a tutti.

12 Comments La solita mamma a tempo pieno

  1. AvatarBarbara Galli

    Cara La solita, è notizia della scorsa settimana che uno studio americano (li fanno sempre là certi studi, si sa) ha dimostrato che la gioia sta nel desiderare qualcosa e che la si perde, non appena quella cosa la si ottiene.
    Ci voleva uno studio made in USA per dimostrarlo? Quanti soldi ci avranno speso? Quanti anni sarà durato? Avranno scelto un campione significativo per la ricerca? Chi lo sa?! Io lo prendo per buono però. Dunque mi raccomando prolunga finché puoi questo tuo limbo in cui non sai se sarai o meno mamma a tempo pieno….

    1. AvatarLa solita

      Il prolungamento dello stato di grazia conto che duri abbastanza a lungo per confutare lo studio americano ;D!
      La solita bastian contraria, lo diceva sempre la mia mamma :D!

  2. Avatarfiorella

    in bocca al lupo e speriamo che sia la prima di tante mattine così.
    io invece sogno anche quel singolo pomeriggio a casa, prima o poi a furia di rompere, me lo daranno il telelavoro…

  3. Avatarmomincoffeebreak

    io mi sentivo in questo stato di grazia nei pochi gg di ferie intorno a natale che cmq sono andata a lavorare e quindi tanto ferie non sono stati ma senza dover portare le pope all’asilo, andarle a prenderle, portarle in varie attività, feste festine, riunioni e chi più ne ha più ne metta mi sentivo a riposo. Rallentare i ritmi fa bene prima di tutto alla mente e di conseguenza anche al fisico e all’umore!!
    goditela

  4. AvatarAlice

    Ho sempre pensato che GIAMMAI sarei stata a casa a tempo pieno, non avrei mai resistito tutto il giorno a casa. E adesso che dopo aver assaporato il part time forzato, per questo mese, sono dovuta rientrare a 8 ore, ho fatto proprio fatica a riabituarmi.
    Perciò, Simonetta, goditi questo stato di grazia per il momento e se quel retropensiero che intravvedo prende forma, sappi che non sei senza “rete”: ci sono tante persone qui disposte a sostenerti.
    E non ci sta male comunque un convinto in bocca al lupo!

Comments are closed.