Il solito dolore che non cambia

E’ passato un anno.
Sembra ieri eppure sembra un’eternità fa.
Ho 42 anni e da 12 mesi esatti sono orfana di madre.
Ti dicono che è normale: è la vita (o la morte, preferisco).
Ti dicono che il dolore passa con il tempo (ma non è vero).
Ti dicono che è stato meglio così: ha sofferto tanto (ma la tua più grande lezione di vita me l’hai impartita in quei tre mesi di ospedale, combattendo fino all’ultimo, aggrappandoti al mio logorroico molto di stuzzicart).
Con i bambini accendiamo una candela per te e guardiamo il cielo, perché sappiamo che ti stai organizzando per ospitarci quando il nostro tempo sarà finito tra molto moltissimo: prenditela comoda però, non avere fretta.
Parlo con te in macchina tornando da lavorare, come facevamo tutti i giorni: sono sempre puntuale, altrimenti lo so che ti preoccupi.
Interferisci ancora nelle conversazioni con mia sorella, perché sei sempre stata un po’ gelosa della nostra amicizia.
Mi manchi.
Simo.

31 Comments Il solito dolore che non cambia

  1. AvatarFederica MammaMoglieDonna

    Che messaggio bellissimo!
    Non oso immaginare quanto ti manchi… ti abbraccio e ti dico solo una cosa: con tua mamma da quello che leggo avevi un rapporto bellissimo, sei stata fortunata! Non per tutti è così bello, intenso, complice, per me non lo è, per esempio.
    Ma mi hai fatto venire voglia di chiamarla, adesso.
    Fai bene a parlare di lei con i bambini e a ricordarla, così lei resta sempre con voi!!

    1. AvatarLa solita

      In realtà il rapporto con mia madre è sempre stato difficile: ma sapevo anche che alla fine lei ha sempre voluto il mio bene (e quello dei suoi nipoti!).
      Fino alla fine…

  2. Avatarmaris

    Ad aprile prossimo invece saranno 2 anni che la mia mamma non c’è più. Immagina quindi come posso capirti…
    Ancora oggi mi capita di pensare appena sveglia al mattino di fare un colpo di telefono “a casa” per sentire come ha dormito, se ha avuto incubi (purtroppo specie negli ultimi mesi soffriva di allucinazioni dovute ai farmaci)…e così quando rincaso magari dopo aver fatto una piccola trasferta in città, per dirle che sono arrivata senza problemi.
    No, non passa. Ma man mano cambia un pò connotati questo dolore…prende i contorni della nostagia, quasi della tenerezza quando ripensi a tanti piccoli aneddoti, quelli che solo tu, da figlia, puoi conoscere…e lo custodisci nel cuore come un tesoro solo tuo, perchè è in quel senso di vuoto ma anche di ricordo e amore che c’è molta della tua forza d’animo.
    Almeno per me è così.

    Ti abbraccio, stai su.

    1. AvatarLa solita

      Penso a quello che è stata per me (alle battaglie per essere quella che sono, diversa da come mi avrebbe voluta eh!) e quello che sono io per i miei figli.
      Il paragone è subito dietro l’angolo.
      E come ogni piccola cosa che faccio viene consegnata ai bambini che la elaboreranno a modo loro.
      Lo so sono pensieti confusi, che forse non hanno molto senso…

  3. Avatarmomincoffeebreak

    Ieri ricorrevano tre mesi dalla perdita di mio papà. E’ un dolore che non trova pace. Senza nulla togliere ai meravigliosi papà, la perdita della mamma deve essere ancora più devastante. Le belle parole servono a poco, a me non consolano e anzi a volte mi fanno rabbia seppur riconosco le migliori intenzioni di chi le pronuncia. Mi suonano vuote. Io sono molto in crisi con me stessa dopo questa mancanza. Per questo ti lascio solo un abbraccio grande come una casa.

    1. AvatarLa solita

      Io ho perso un anno fa mia madre e sei mesi fa mio padre: l’unica consolazione è sapere che avevano vissuto l’una per l’altro tutta una vita e che abbiano deciso di andarsene insieme. E’ magra consolazione, ma per me è stato davvero un anno durissimo.

    2. Avatarmaris

      Leggo che hai perso anche tuo padre dopo sei mesi da tua madre….io il mio papà l’ho perso poco più di un anno prima di mia madre, quindi davvero riesco a comprendere cosa hai vissuto, anche se i tempi sono leggermente diversi e l’ordine invertito.
      Ti sono ancora più vicina col pensiero, forza!

    3. AvatarLa solita

      @Maris: grazie.
      Ti ho conosciuta per caso, leggendo una tua intervista: un’amica blogger mi dice che il caso non esiste. Credo proprio che sia così.
      Un abbraccio :D!

  4. AvatarEu

    Vorrei dirti tante cose….. ma non potrebbero mai colmare il tuo dolore….. però ti abbraccio forte.

  5. Avatarmammapiky

    Tu non sei orfana di madre….non lo sarai mai, finchè continuerai a ricordarla….ed è vero il dolore non passa ma si trasforma e conviverci sarà più facile. Ti abbraccio.

  6. AvatarLaVale

    No, non passa, neanche dopo 24 mesi, neanche dopo 26, come oggi. E no, lei non sarà sempre con te come dice chi usa parole di consolazione. Lei semplicemente non c’è. E io che l’ho persa a 24 anni, che mi sposo a giugno e lei non ci sarà, penso solo che non sia giusto.

  7. AvatarMariapaola

    Ti mando un abbraccio anch’io, perchè ci sono momenti in cui le parole non servono a molto… Comunque, tua madre continua a vivere nella dolcezza dei vostri ricordi…

  8. AvatarTwins(bi)mamma

    la mia mamma è speciale è una nonna speciale ma mia suocera che penso lo sarebbe stata putroppo non ha neanche avuto la gioia di vedere i miei figli nascere…penso sempre che mi osservi da lassù e sia contenta dei suoi nipoti e noi ogni tanto la ricordiamo in tanti modi….non ci sono parole per il tuo dolore…

  9. AvatarMoonlitgirl

    Mi è venuta la pelle d’oca….. Il mia mamma è ancora qui con me, per fortuna….ma no, non credo che ci si abitui mai….
    Un abbraccio virtuale che spero possa poco poco sollevarti!!

  10. Avataril mio grandecaos

    Che dire, simonetta? Meglio nulla perche’ per colmare l’assenza non ci sono parole. La tua doppia assenza in cosi’ poco tempo e’ tanto pesante quanto la tua forza d’animo. Sei uba “ragazza” in gamba!

  11. AvatarLaNinin

    Hai avuto un lutto importante dietro l’altro. Sei qui a scrivercelo e lo fai bene, con affetto e nostalgia.
    Mi piaci tanto, anche se non ti conosco. 🙂

  12. AvatarMammola

    Quando leggo questi pensieri così belli mi commuovo sempre…io purtroppo con mia madre non ho un bel rapporto e soventissimo mi chiedo come sarà quando lei non ci sarà più. Ti abbraccio forte, sei una bellissima persona Simo!

  13. Avatargaia

    Poco fa era la ricorrenza della morte dei miei genitori… 6 anni fa… ti capisco… non sai quanto ti capisco… e non passera’ mai perché e’ semplicemente naturale che questo dolore rimanga lì insieme all’amore e al ricordo… ti abbraccio forte

  14. AvatarLa solita

    @Qualche giorno fa una nuova amica virtuale mi chiedeva se esistono le amicizie blogghesche.
    Le ho risposto di sì.
    E se non fosse così, non potrei spiegarmi tutte voi che siete passsate di qui e mi avete lasciato queste parole di affetto.
    Grazie a tutte, davvero, di cuore (e con un bel groppo alla gola!).

  15. Avatarhottanta...

    Mi era sfuggito questo post. Chi ci è già passato sa. Ogni storia è a sè, ogni dolore porta le sue sfumature, e tu questo dolore ce lo hai doppio. Un abbraccio.

Comments are closed.