I soliti effetti collaterali del metodo LAVA

A Pallandia Home le letture sono come i salmoni, risalgono i fiumi. E libri letti, ri-letti, stra-letti possono improvvisamente tornare in auge. E diventa una necessità impellente quella di sentirseli leggere.
Ieri sera la solita mamma, priva di voce e con una tosse che non vi sta a dire, ha letto Il piccolo Babbo Natale* di Anu Stohner, edito da Il Castoro. Non sarebbe riuscita ad andare oltre con il fiato, ma Pallottolina, dopo uno studio attento della sua libreria ha scelto Dieci dita alle mani, dieci dita ai piedini* e voleva che l’insolita malata gliela leggesse per finire in bellezza la giornata. Sensibile all’assenza di voce della solita genitrice e dopo una stremante trattativa dialettica, la piccola ha sentenziato:
– Aspetto che me la legga il papi.
Ovviamente il padre era fuori e lei si è addormentata appiccicata alla sua mamma e con il libro stretto-stretto, con lo spigolo puntato sulle costole della solita Simonetta.
Questa mattina la piccola palla, dotata di un’insolita(?) memoria di elefante, alle 6.30 è scesa dal suo letto, ha recuperato il suo libro ed è andata a svegliare il padre per farselo leggere. Il solito papà dormiva profondamente e Pallottolina per farsi notare ha usato il metodo più sicuro per ottenere qualcosa: si è messa a piangere in modalità-tenore.
– Che succede? – la solita mamma che arrivava dal bagno.
– Mpf… non lo so… – il solito papà da sotto il piumone.
– Gneeee… il papi mi deve leggere il mio libro – Pallottolina, a terra accanto al letto paterno.
O il solito marito dava segni di vita o l’intero palazzo sarebbe arrivato a bussare alla porta. Per (s)fortuna la terzogenita ha appreso la capacità di trattare dal solito padre che ha concluso la questione con la solita mamma: – Ok, tu mi fai il caffè e io cerco di sedare la piccola indemoniata.

C’era una volta un bambino nato molto lontano.
E poi ce n’era un altro nato molto vicino.
Ed entrambi si sa, come tutti bambini,
hanno dieci dita alle mani e dieci dita ai piedini.
C’era una volta un bambino nato cittadino.
E poi ce n’era un altro, avvolto in un piumino.
Ed entrambi si sa,  come tutti bambini,
hanno dieci dita alle mani e dieci dita ai piedini.

(tratto da Dieci dita alle mani dieci dita ai piedini* di Helen Oxembury e Mem Fox, Il Castoro). Adottare il metodo LAVA ha di questi inconvenienti: preparatevi.

2 Comments I soliti effetti collaterali del metodo LAVA

Comments are closed.