Insolito regolo

– Uno più tre?
– … quattro.
–  Zero più sei?
– … sei.
– Sette più uno?
– … otto.
E così all’infinito.
La solita mamma è entrata nel favoloso mondo della matematica e suo figlio la perseguita tutto il giorno con:
– Mamma, dai! Chiedimi i numeri!
Come se dare i numeri non fosse la sua specialità.

La cosa buffa è che alla solita mamma i numeri non piacciono, non sono nelle sue corde (nemmeno quelli del telefono, soprattutto adesso che ci sono le chiamate rapide in rubrica). Eppure al primogenito, complice un regolo fatto acquistare dalla sua maestra per far giocare i bambini durante la ricreazione, la matematica sta come un guanto. E’ immediata, automatica e la cosa sorprendete è che lui si diverte così. Non ne può più fare a meno.

La solita Simonetta non si era mai accorta di queste valigette piene di pezzettini colorati, che tra l’altro costano pochissimo.
Ora la solita donna torna al suo dovere di madre.
– 1+2
– 1+0
– 2+4
– …
Insolito rosario laico decisamente palloso del 21° secolo.
Quando si dice dna paterno (sì, perché di quello aritmetico-materno se ne sono perse le tracce da generazioni).

33 Comments Insolito regolo

    1. La solita

      Un giorno ci mettiamo a tavolino e verifichiamo tutte le cose che divergono tra noi ;D!
      p.s. Da noi però non sono ancora arrivati i corsi di roller e se mai arrivassero, grazie a te, tergiverserei alla grande per evitarlo :D!

    1. La solita

      Non volevo immalinconirti, eh! Mi entusiasma la facilità con cui i bambini apprendono la matematica, o almeno i primi rudimenti. Appena cresce, mi farai sapere :D!

  1. Gaia

    belli i regoli in colore!!!! mi ricordano la mia infanzia: quanto c’ho giocato… ci costruivo casine e inventavo storielle: il due era il cane!!! già all’epoca mi si riconosceva per la fantasia smisurata….

    1. La solita

      Ecco questo uso è più nelle mie corde ;D!
      Anche perché non richiede che io prenda in mano un colore… Sì, lo so sono un disastro :D!

    2. Gaia

      solita: ti sfido… siccome ricorre questa cosa del tuo limite nel disegnare e siccome credo che i limiti servono per essere superati, devi farlo: facci un disegno e postalo sul blog… dai, sarebbe il più bel regalo di Natale…

  2. Maude

    Bellissimo il regolo. Ora Ragnina lo usa per fabbricare barrette Kinder finte quando vuole fare fessa me (vedi? non ne ho mangiata nessuna, sono ancora tutte lì) 😉
    Baci

    1. La solita

      Hanno di questi effetti collaterali sulla lunga distanza ;D! Non c’era nelle istruzioni. Grazie dell’indicazione :D!
      Devo avvisare le altre mamme :D! Ahahahah!

  3. sly

    Io adoro i regoli..li ho usati anch’io a scuola 38 anni fa…e mi soni syupita quando quest’anno li ho dovuti comprare ai miei gemelli……dai sono carini..sei proprio la solita..:-P

    1. La solita

      Sono bellissimi :D! Mi sembravano di plastilina e mi veniva l’istinto di spappolarli subiti…
      Sto tenendo d’occhio quelli da uno e la treenne: ogni tanto rifaccio la conta onde evitare qualche assaggino :D!

    1. La solita

      Il problema è che il pallottoliere (in legno ovviamente, che era tanto bellino!) i bambini lo usavano come spranga tra di loro… Abbiamo deciso che il pallottoliere, che avrebbe un suo perché a Pallandia, non fosse poi così bellino tatuato sul cranio dei bimbi…
      Eheh! 🙂

  4. Murasaki

    Le nostre maestre invece utilizzano “La linea del 20” uno strumento molto divertente per imparare a far di conto entro il 20.
    In seconda elementare poi si passa alla “linea del 100” e così via!

  5. Slela

    Anche la nostra scuola li usa!
    Ieri ho interrogato mia figlia, argomento numeri da 0 a 50, somme e sottrazioni, purché il risultato rientri tra il 30 e il 50. Ti dirò che qualche sottrazione comincia a non essere più tanto immediata…

  6. THEPOCKET MAMA

    Belliiiiiii! Li dobbiamo comprare anche noi ma quasi quasi li chiedo al Babbo! Ehehehe. Trovo che siano un metodo divertente ed efficace per imparare la matematica. Un abbraccio

  7. LaNinin

    I miei figli li hanno usati, solo a scuola, mai o quasi per i compiti a casa, anzi SE QUALCUNO NE VUOLE UNA SCATOLA, GLIELA REGALO VOLENTIERI!
    Io a scuola usavo il pallottoliere, che ritengo sia stato utilissimo per la comprensione dell’aritmetica, sui regoli invece ho qualche perplessità. Come mai a Pallandia non si usa il PALLOttoliere?! ;D

    1. La solita

      Purtroppo il pallottoliere è stato usato come arma bianca e quindi è stato sequestrato più volte :D!
      Forse per questo motivo adesso non riscuote un grande successo.
      Ma non è mai detta l’ultima parola, eh :D!

  8. Alice

    E poi per anni e anni ti ritroverai regolini bianchi da uno, sparsi un po’ dappertutto (sempre che non se li sia mangiati Pallottolina…nooo 😉

  9. hottanta...

    Dai che la matematica poi si può rivelare un innamoramento travolgente! (lo dico da diplomata classica che ha fatto innumerevoli esami di matematica avanzata all’uni e al master)!

    1. La solita

      Dici che ce la posso ancora fare ;D!?
      Grazie per la solidarietà, ma in questo sei solo una cara amica, ma un pessima matematica razionale :D!

  10. Anonymous

    io personalmente i regoli li ho usati
    dalla prima elementare.
    la mia valigetta me la ricordo
    era gialla!
    a me piacevano un sacco.
    la mia prima elementare è datata
    1987/1988
    Sabri

  11. monica

    Noi, almeno per il momento, niente regoli, ma oggi la gnoma grande mi ha detto che ha “risolto un problema con due domande e che è stato bellissimo!!!”

  12. Gina Barilla

    Bellissimi i regoli!
    Per gli allergici alla matematica, il materiale montessori offre tantissimi strumenti “gioco” per apprendere con facilità. (c’è tantissimo materiale on line sia gratis che a pagamento.)

Comments are closed.