Insolite questioni mattutine

Ore 6.00: un modo come un altro per avere una reazione dalla figlia più complicata da vestire (indovinate chi è?).
– Dove andiamo al mare quest’anno? – la solita indecisa.
– Mmm… – Pallina.
– Ieri parlavamo con il papi per andare al mare ai bagni 18. Che ne dici?
– … – (in realtà la bambina pensava: “v@xxxxc. mamma, ma non hai altro da fare questa mattina?)
– Vado a svegliare Pallino intanto che ci pensi.
E solo allora scatta la competizione.
– Io voglio andare ai bagni 16 – Pallina improvvisamente sveglia.
– Ma ci siamo stati tre anni fa e il bar faceva schifo.
– Allora cambio mamma.
– … –
– E anche il papi, e anche la sorella più piccola, e anche il fratello più grande – la secondogenita gongolante e sveglissima.
– Be’ è un po’ difficile trovare una famiglia con due bambini che ne voglia una terza.
– Ma io la voglio.
– Sentiamo allora, che mamma vorresti.
– Voglio una mamma arancione.
– Tutta arancione? Capelli, pelle, vestiti?
– Sì, tutta tutta arancione.
– La noteranno tutti una mamma tutta arancione.
– E voglio un papi rosa.
– Be’, un papi rosa e una mamma arancione non si intonano Pallina. Non vanno per niente d’accordo.
– Ok, allora va bene anche un papà arancione.
– E la sorella più piccola è bianca. Ma bianca-bianca, come la neve.
– Biancaneve allora?
– Sì, e il fratello più grande lo voglio marrone.
– Marrone-cacca?
– No (fiuuu…!), marrone-pantaloni.
– Dove vai a comprare tutta ‘sta roba?
– In negozio (che domande!).
– Sì, ma che tipo di negozio.
– Quello qui dietro.
– Quando vai?
– Ci andiamo oggi pomeriggio, no?
– Come ci andiamo oggi pomeriggio? Mica posso accompagnarti per andare a scegliere una mamma nuova. Bisogna che ci vai da sola, a me mica mi fanno entrare.

Ore 6.30: pipì, cambio, vestizione senza contrattazione, pettinatura (doppia coda e mollette in tinta senza contrattazione) e voilà. In cambio di un veloce risveglio, la solita mamma ha ceduto il suo posto ad una non-ancora-selezionata madre tutta arancione.
Chissà se domani il blog assumerà tinte diverse.

23 Comments Insolite questioni mattutine

    1. La solita mamma

      L’arancione è un bellissimo colore, ma ti rendi conto questa quattrenne semi-addormentata che ragionamenti riesce a produrre di punto in bianco ;D!?

    1. La solita mamma

      Credo che la mamma arancione, dal punto di vista di Pallina, sarebbe una blogger atipica. Devi sapere che per mia figlia il blog è un mucchietto di fogli tenuti insieme da un fermacarte. Viaggia così per casa parlando del “suo” blog con questo blocchetto di fogli… Questo per dire che sarebbe poco linkabile ;)))!

  1. Velma

    Alla fine dov’è che andate al mare?
    noi siamo tutti in tonalità strettamente comprese tra il rosa e il viola, passando ovviamente per il “fuxia shock”.

  2. GAB

    dai, arancione e rosa ci sta…è molto alla moda! poi due arancioni vicini…i bambini non vi distinguerebbero più, eheh!

    1. GAB

      …è vero! ti giuro che quando pensavo all’accostamento non mi sono resa conto della mia immagine…!:-)

    1. La solita mamma

      Per scappare di casa in tonalità camaleontica o per svegliare la prole ;)!?
      In questo periodo è davvero difficile svegliarli. I bambini sono molto stanchi e vorrebbero dormire di più, non hanno più voglia di andare a scuola. Forse è banalamente l’arrivo del caldo…

  3. monica

    Il risveglio è sempre un trauma.
    Anche le tre gnome danno il meglio di se al mattino durante la colazione/vestizione/partenza.
    Si passa dai mugugni, alle risate, ai pianti come se niente fosse…

  4. wolkerina

    vestizione senza contrattazione e pettinatura senza contrattazione: invidia, invidia, invidia 😉
    devo inventarmi qualcosa anch’io, tu sei stata bravissima!

    1. La solita mamma

      Beh, sì solo quella mattina. Niente contrattazione, vestizione e pettinatura in 30 minuti, ma… Ci avrebbe cambiati tutti ;D! A questo punto non se lo voleva per il mare o per l’alzatccia ;)))!

Comments are closed.