LAVA: Il fatto è di Gek Tessaro

Era un po’ che in questo blog non si parlava di libri, di questo (in)solito desiderio di contagiare altri genitori con la voglia di leggere a voce alta ai propri bambini il prima possibile.
Secondo il parere della solita bibliotecaria non è mai troppo presto per cominciare a LAVA-re.
La solita appassionata insiste a proporre dei libri-cavia, storie cioè che possano catturare l’attenzione dei grandi (senza i quali la grande ambizione di LAVA rimane un’utopia) e dei piccini (perché per chi avrà la costanza di LAVA-re si accorgerà presto che il proprio bambino svilupperà gusti personalissimi, da non sottovalutare).
Il fatto è* di Gek Tessaro edito da Lapis è un capolavoro da questo punto di vista.
Il fatto è che la paperetta non si era ancora decisa a tuffarsi nello stagno. Così l’anatra , sul bordo dello specchio d’acqua, le spiegò – con pazienza – i vantaggi del nuoto.
Tutta la storia ruota intorno al fatto che la paperetta non ha nessunissima voglia di tuffarsi, nonostante le insistenze di un sacco di altri animali, ai quali alla fine, di pazienza, non ne resta davvero più.
E’ bellissima la cocciutaggine di questa paperetta, che assomiglia così tanto agli abitanti under 6 di Pallandia Home. Rispecchia la capacità di impuntarsi di tanti bambini, ma anche la verosimile infinita pedanteria che gli adulti impongono ai più piccoli.
A Pallandia Home questo è uno dei libri ri-ri-riletti con tutti e tre i bambini. Non si fa fatica a ri-ri-ri-LAVA-rlo perché si chiude sempre con il sorriso stampato sul volto di lettore e piccolo ascoltatore.
Indovinate se alla fine la paperetta si tuffa?
Con questo libro la solita mamma partecipa al Venerdì del libro di Homemademamma.*Link affiliato Amazon

26 Comments LAVA: Il fatto è di Gek Tessaro

  1. AvatarMaude Chardin

    Sono totalmente d’accordo Simonetta, abbiamo sempre letto a voce alta a Ragnina e adesso che è alle medie la professoressa di italiano lo fa, e lei ama tantissimo questo tipo di lezione. Un abbraccio

    1. AvatarLa solita mamma

      Cominciare a legger a voce alta molto presto deve essere considerato “un atto di fede” o per essere più prosaici “un mutuo da pagare”. Alla fine di questo sforzo i notri figli ne saranno i principali benefattori! La Ragnina è un bellissimo esempio per chi ha bimbi piccoli e decidono di “investire” nella mente dei loro bimbi. L’investimento non si vede ma c’è ;D!

    1. AvatarGAB

      vero! e anche coi grandi! ho assistito a una sua lettura animata, ma con animazione nel senso che disegnava e proiettava con lavagna luminosa, anzi, sotto la lavagna luminosa (non so se si dice così)…insomma….spettacolare! resti con la bocca aperta, come un bambino. Qui a Bari è capitato spesso ultimamente….se ve lo trovate dalle vostre parti, inseguitelo!!!:-)

  2. Avatarwolkerina

    come al solito mi annoto i tuoi suggerimenti, dopo il successo ottenuto con Issa di “un libro” e “dov’è la mia mamma” (fantastici entrambi, oltre a quelli che ti avevo già detto..)tu nomini, io procuro! E poi il tema mi sta particolarmente a cuore, spesso mi chiedo dove finisce la cocciutaggine dei bimbi e dove inizia la nostra ossessione per far le cose esattamente in un certo modo..

    1. AvatarLa solita mamma

      Con una mamma LAVA come te, Issa è una donna davvero fortunata ;)))! Pensa che questo libro, preso in prestito dalla biblioteca, non faccio in tempo a restituirlo che i bambini lo rivogliono.
      Dovrò comprarlo, lo so già ;D!!!

  3. Avataralessandra

    BENVENUTA AL VENERDì DEL LIBRO!

    E’ sempre un piacere un nuovo “acquisto”.

    L.a.V.A è una bella consuetudine……ultimamente guardo mio figlio che in 2^ elementare apprezza la lettura e si diverte a cambiare i toni dei dialoghi, lo guardo incantata e mi conferma che BISOGNA leggere ai bambini da subito per farli innamorare della lettura, in fondo è una dipendenza sana….::))).

    Gek Tessaro è mooolto abile! questo libro lo avevamo letto in biblioteca ma oggi lo riprenderò perchè, di cocciuti, ne abbiamo anche noi in casa…..

    P.s. spero il commento appaia perchè, oggi, non riesco a pubblicare nulla al VdL e se ritento mi dice che ho già pubblicato. I miesteri della blogosfera!

    1. AvatarLa solita mamma

      Grazie a te per la bella iniziativa;)))! Sono felice di aver partecipato. I libri sono una passione e trovare altri appassionati “contagiosi” di “libritudine” mi piace e mi stimola ;D!
      Gek Tessaro è un artista. Mi hanno detto che anche a teatro è grandioso con i bambini. “Il fatto è”, forse tra i più facili che ha pubblicato, è così immediato e diretto che è impossibile non innamorarsene e immedesimarsi nella parte della paperetta (per i bambini) e dell’anatra (noi mamme!)

    1. AvatarLa solita mamma

      Non so quale sia il vostro problemino, ma sull’insistenza e la cocciutaggine c’è un altro libro meraviglioso. “Prosciutto e uova verdi” del Dr Seuss. E’ solo in rima, ripetitivo allo sfinimento ma se piace a te,i tuoi figli lo adoreranno ;D!
      Per i miei, che ormai lo sanno a memoria, Nando il protagonista, è uno di casa ;D!
      Bentornata tri mamma e buon weekend;D!

  4. Avatarmaris

    Ciao! Leggo che sei un nuovo membro del gruppo che segue la splendida iniziativa del Venerdì del Libro: bene, che bello 🙂 mi piace conoscere altre blogger appassionate di lettura!
    Il libro che proproni è davvero carino, non lo conoscevo quindi ti ringrazio per questa segnalazione!

    1. AvatarLa solita mamma

      Ciao! Anche io sono contenta di aver preso parte a questa bellissima idea contagiosa ;D!
      Benvenuta da queste parti! Sto facendo un giro tra tutti blog coinvolti, ci son un sacco di spunti interessanti. Peccato che il weekend sia troppo corto ;)))!

  5. Avatartowritedown

    Ciao Simonetta,
    mi piacciono molto i libri che danno ai bambini la possibilità di immedesimarsi nelle caratteristiche di un peronaggio, accettando di sè caratteristiche non proprio positive: credo consentano ai bambini di accettarsi e di accettare anche meglio gli altri.
    Inoltre, favoriscono il riconoscimento di certi sentimenti che a volte non sono proprio spiegabili ai bambini, vanno vissuti.
    Grazie quindi per questo nuovo suggeriemnto, sei sempre preziosa.
    Un caro saluto,
    Grazia

    1. AvatarLa solita mamma

      Credo che sia la grande forza di un bel libro per bambini. Sussurrare a loro e ai loro genitori emozioni che ci sono e fanno parte di loro (noi) e che magari passano inosservate o vissute male.
      Mi piace “valutare” la bontà di un libro proprio attraverso questi rimandi (a volte subliminali!).
      Grazie a te e buon weekend cara Grazia!

  6. Avatarkemate

    Bello dare un nome alla lettura a voce alta, ne accentua l’importanza e si lo devo ammettere è contagioso!

    Il tuo suggerimento lo trovo ottimo ma sono di parte essendo una fan gi Gek Tessaro.

    1. AvatarLa solita mamma

      Bentrovatanel solito blog ;D! Mi piace trovare altre mamme convinte di LAVA-re e più contagiose siamo e maggiore è il bene che proviamo a fare per le menti dei nostri bambini.
      Devo ancora trovare qualcuno che non sia fan di Gek Tessaro ;)))! Per (S)fortuna dà assuefazione ;D!
      Ciao e a presto!

  7. AvatarStefania

    Ero convinta di aver lasciato un messaggio a questo post invece mi sbagliavo… Io ho abituato i miei bimbi fin da piccoli alla lettura… E lo rifarei mille volte!

  8. Avatarmammozza

    Anch’io ti do il benvenuto ai VdL.
    Ho perso per un soffio una sua performance con la lavagna luminosa ma mi sono rifatta guardando qualche video sul tubo. Anche a casa nostra si pratica la LAVA. da sempre con enorme piacere di tutti.

    1. AvatarLa solita mamma

      Grazie ;)!
      Lo sai che proprio ieri ho visto in libreria un libro con dvd allegato su Cervantes con lo spettacolo teatrale di Tessaro?!
      Devo riuscire ad averlo…
      Al prossimo venerdì del libro ;)))!

Comments are closed.