La solita primavera?

Da ieri la solita famiglia è ufficialmente libera di uscire da Pallandia Home.
I due figli grandi sono tornati all’asilo. Pallottolina finalmente è potuta “ussccire” a passeggio con la solita baby-sitter (anche l’insolita Mary Poppins è stata trascinata nel tunnel dell’influenza).
In questo periodo il colorito delle palline sfuma verso un grigiolino pallido, con tratti più scuri sotto gli occhi. Guariti dal punto di vista fisico, sotto-sotto la solita mamma riconosce la stanchezza post-antibiotici che nemmeno delle belle dormite sono ancora riuscite a togliere completamente loro.
Ieri pomeriggio infatti Pallina, la secondogenita, non ha fatto in tempo a rientrare che si è sdraita sul divano e si è addormentata “di piombo” che nemmeno “le cannonate” l’avrebbero svegliata. La solita ansiosa ogni tanto andava a controllarla più per abitudine che per necessità e non ha avuto cuore di spostarla o forse voleva semplicemente tenerla vicina. Dormiva così profondamente. Aveva bisogno di riposare e basta.
Al rientro della solita lavoratrice a casa Pallottolina dormiva già e ha continuato il suo sonno ristoratore fino alle 17. Normalmente la solita mamma non avrebbe permesso pisolini pomeridiani così lunghi (altrimenti chi lo sente il solito papà quando deve metterla a letto alla sera), ma ieri il suo istinto materno le ha consigliato di lasciare le bambine a godere tra le braccia di Morfeo. Alla sera, a dispetto delle regole, la solita mamma si è addormentata nel lettone con Pallino e Pallina, senza nemmeno finire di raccontarsi la giornata (il solito rito serale a luci rigorosamente spente). Pallottolina è voluta andare a nanna nel suo letto con il solito papà. Anche lui non ha resistito e si è addormentato nella camera delle bimbe.
A Pallandia Home la medicina migliore rimane sempre il sonno.
Avete presente quella sensazione di soavità che solo una bella dormita vi lascia? Per la solita mamma la cosa più importante per i suoi bambini è sempre stata la nanna regolare. Non l’ha mai preoccupata se a turno i bimbi non avevano fame o se saltavano un pasto, ma il riposo è sempre stato importante, anzi fondamentale.
La solita famiglia di ghiri.

10 Comments La solita primavera?

  1. Avatarwolkerina

    Anche io e mio marito siamo ghiri ma Issa non l’ha ancora capito 🙁 e comunque bentornati liberi di uscire :))
    P.S: a Issa è piaciuto molto il libro “piccolo blu e piccolo giallo”!

  2. AvatarLa solita mamma

    Issa è una buonagustaia (si dice così?) allora!
    E’ un libro da ritirare fuori ogni tanto, anche per qualche anno ancora!
    Un altro sempreverde da noi è “Nel paese dei mostri selvaggi” (ma deve piacere prima di tutto a te! O lo adori o lo odi, ma dagli un’opportunità, ne vale la pena!)
    Oggi pomeriggio stanno dormendo tutti, anche il più grande! Evvai, sono libera di navigare senza manine invadenti sulla tastiera ;D!

    1. Avatarwolkerina

      Ce l’abbiamo, è arrivato a inizia settimana 🙂 A me piace ma aspetto qualche giorno ancora prima di mostrarglielo, se no si aspetta un libro nuovo al giorno 😉
      Grazie dei suggerimenti!

  3. AvatarAlice

    Ti capisco bene. A casa nostra, la domenica mattina finalmente si dorme, dopo una dura settimana di alzatacce. E la grande, se vuole, può alzarsi per ultima, visto che gli altri giorni si alza alle 6 o 6 e mezza. Pensa che hanno cominciato a capire che a casa nostra quando si dorme si dorme fin da piccolissimi. A differenza di altre cose, quella l’hanno imparata subito. Fiuu! (e per questo ho tutta la disapprovazione di mia suocera, hahaha)

  4. AvatarLaNinin

    Da piccola odiavo il pisolino pomeridiano e me ne stavo, tempo indefinito, a guardare il soffitto e pensare, i miei figli l’hanno fatto fino a che hanno voluto, diciamo fino ai 3/4 anni, ma in compenso vanno a letto presto.
    Io, ora, ho invece molta nostalgia dei sonni pomeridiani fatti da grande, incinta, nei quali io dormivo i miei bambini nuotavano dentro di me (così mi diceva mio marito che guardava la mia pancia!), che bei momenti…

    1. AvatarLa solita mamma

      Per me una volta il sabato pomeriggio, prima dei bimbi, alla faccia dello shopping era sonno ad oltranza… Libro, sonno, libro, ancora sonno… Adesso devo accontentarmi, ma li sto addestrando (!)…

  5. AvatarVelma

    Ma tanto per capire, eh, voi come dormite? ognuno nel suo lettino o come ? che poi ti racconto come stiamo combinati noi, dai!

    1. AvatarLa solita mamma

      Da me si dorme ognuno nel suo letto, ad eccezione di quando stanno male (sono troppo pigra per andare a controllare la febbre ogni quattro ore…). All’addormentamento ha sempre provveduto mio marito e loro sono sempre stati abituati alla storia e alla nanna nella loro camera. Da quando abbiamo diviso le camere, il più grande viene ad addormentarsi nel mio letto, perché non ce la faccio io! Lui vorrebbe che lo accompagnassi e gli leggessi una storia in camera sua ma mi addormento subito dopo “c’era una volta”…

  6. Avatarthemoon

    Magari anche il mio piccolo “principe” capisse che siamo una famiglia di ghiri, invece si ostina a dormire pochissimooooo…..uffff…..
    Meno male, che almeno ama il suo lettino!

Comments are closed.