Insolito tatatataaan

La citazione del solito papà sornione era tratta dal film Mary Poppins.
La solita famiglia conosce ogni battuta, ogni canzone, ogni scena, ogni pinguino di quel film.
La dotta associazione è tratta dalla scena a circa metà del film in cui tutti sono felici. La mamma stordita sistema i garofani nel vaso dicendo alla governante che andrà a tirare uova marce al primo ministro (anche se all’inizio quando le donne di casa cantano tutte insieme “Suffraggette andiam“, la signora Banks dice che il marito non è d’accordo con questa sua infatuazione femminista).
La governante e la cuoca cantano e si fanno insolite gentilezze.
I bambini scendono per fare colazione cantando Supercalifragilistichespiralidoso.
L’unico tetro è il signor Banks che chiede addirittura alla governante di dire al pettirosso di smettere di cantare.
Ma.
Non non è lui ad essere triste, ovviamente.
– “Winnifred, sappilo che mi sono accorto che da quando è arrivata quella Mary Poppins in questa casa succede qualcosa di strano”.
Scoppio del cannone del vicino ex ammiraglio leggermente fuori come un balcone e poi tutti ai posti di manovra per salvare gli oggetti preziosi della casa.
Non tutti ovviamente! Il signor Banks è l’unico estraneo con la tazza del caffè in mano che riesce a sedersi al volo al pianoforte, suonare un unico tasto e valutare che lo strumento vada fatto accordare. La signora Banks, con quel suo tono zuccheroso e quell’aria un po’ svagata, gli risponde dopo aver salvato con la testa un vaso: – “Ma caro, tu non sai suonare”
Ecco. Il solito papà con la sua frase laconica dell’altra sera voleva far capire alla solita famiglia ridanciana che si sentiva come il signor Banks. Deriso appunto. Ed in effetti non poteva essere diversamente, visto il solito soggetto inabile alla vestizione-svestizione delle palline.
Fategli fare tutto (è il solito modo di dire, eh) ma non vestire (la solita mamma considera vestizione anche l’infilare il pigiama) i suoi figli, e non solo quelli (qualche problema di abbinamento riguarda anche la sua stessa capacità di abbigliarsi).
Insolita ironia maschile.
La solita famiglia a tavola.

p.s. Alice eri vicinissima!

p.p.s. La solita mamma e le palline hanno un’ammirazione smodata per la signora Banks. La sua frase più bella(!?) è quella in cui dopo aver scritto sotto dettatura l’annuncio per il giornale per trovare una nuova baby-sitter dice al marito: – “Caro, il Times ne sarà entusiasta”.
Certo, come no. Buaaaaaaaaaaaa!

p.p.p.s. Balletto+canzone femministi con tanto di alzata di gamba materna e braccio destro alzato delle palline riesce perfettamente alla solita famiglia, eh. Pallottolina ha ancora qualche problema di tempi, ma il ritardo verrà colmato in tempi brevi.

N.B. Visto il tenore dei giochi cervellotici, ci sono scarsissime possibilità che i bambini imparino un mestiere serio con sviluppi economici interessanti. Purtroppo i soliti genitori ne sono consapevoli da tempo e ne fanno pubblica ammenda.

10 Comments Insolito tatatataaan

  1. AvatarGAB

    l’avevo detto io che…non lo sapevo! quella scena me la ricordo benissimo, ma le battute…ehmmm…non sono ancora preparata come voi! però se volete vi recito a memoria la fiaba di cappuccetto rosso, quella della collezione “le fiabe sonore”, con tanto di inceppamento del disco nel mangiadischi!!!

  2. AvatarLa solita mamma

    Noi siamo preparati su pochissimi film (lo so che siamo fuori dal tempo!) e Mary Poppins è uno di quelli. Devi sapere che quando ho trovato la nostra babysitter ho pensato immediatamente che avevamo trovato la nostra Mary Poppins (e non scherzo! le manca solo la borsa fatta di tappeto!) e così il film è diventato la nostra (dei miei figli!) ossessione!
    Con la fiaba di cappuccetto rosso, cappuccetto rosso, cappucetto rosso (era l’inceppamento!) voi siete molto più “in”! Magari un cappucetto rosso in versione illustrata dalla mamma… Sai che sogno!

    1. AvatarGAB

      eheh! ci siamo limitate a fare i personaggi di carta che si reggono in piedi, per raccontare la storia…ma la figlia è ancora piccina per apprezzare 🙂
      buona notte!!!

    2. AvatarGAB

      no, nulla…tutti i miei disegni risiedono sulle mie pag.web o nella cameretta di marta…spero di riuscire a farlo, un giorno. Ma se vuoi del “materiale” te lo mando volentieri!

  3. AvatarEu

    Ops. Pensa che avevo fatto una mini ricerca con google e tra varie possibilità era uscita proprio lei… Io mi sono detta: “Ma daaai!”… Avrei potuto fare una gran figura a Pallandia!

    1. AvatarLa solita mamma

      Fai sempre la tua gran figura a Pallandia ;D!
      Anche perché dopo il tuo post di ieri sembra che siamo due madri che si “spartiscono” gli “stessi” figli ;D!

  4. AvatarAlice

    Solo la solita mamma poteva dirmi che ci sono andata vicino. Hahahah! ;o)
    Ho adorato quel film. Mi sembra di vedervi nel balletto. Siete adorabili anche voi. (Un po’ old fashion “adorabili”, ma ci stava bene, no?)

    1. AvatarLa solita mamma

      Moooolto old fashion!! E ci divertiamo da impazzire con Mary Poppins! Anche se sto allevando una coppia di suffraggette niente male: hai presente: “Oh maschio sono finiti i tempi tuoi…”

Comments are closed.