I soliti piaceri dell’anima

Ecco i 10 piaceri dell’anima della solita mamma:
1. addormentarsi a letto nel pomeriggio all’ora  in cui il sole arriva sul suo cuscino.
2. il risveglio dopo un sonno riposante, lo stiracchiarsi e il godere di quella sensazione di benessere.
3. alzarsi presto alla mattina nel silenzio di Pallandia Home e guardare uno per uno gli altri membri della famiglia ancora a letto e pianificare il resto della giornata.
4. mettere ordine in tutti i sensi (in casa, nei pensieri, nel lavoro, nel blog).
5. immergersi nel bello (libri, paesaggi…), osservare e prendere spunti per sé stessa.
6. riflettere e pensare: sono sempre “attività” che precedono delle decisioni importanti, siano esse piccole o grandi. E’ uno stato di quiete apparente, affascinante e coinvolgente.
7. sentire che chi la circonda sta bene, è sereno e vive in tranquillità e se non è così capire il perché.
8. la sensazione di appagamento dopo aver concluso qualcosa che le è riuscito bene (che sia yoga, che sia un libro, che sia un post).
9. sorprendersi di sé: mettersi alla prova e scoprire che qualche volte è migliore di quello che pensava prima.
10. sapere che nell’arco della giornata può sempre andare a piedi a vedere il mare.

Buon inizio di settimana.

15 Comments I soliti piaceri dell’anima

  1. Avatarmela

    Che bello questo post… fa venire il sorriso subito!
    Ora penso ai miei piaceri dell’anima ma intanto te ne invidio uno tantissimo!!!!!
    “Sapere che nell’arco della giornata puoi sempre andare a vedere il mare” beh….. per me non avrebbe prezzo. Sono nata in montagna, ci vivo, e nonostante questo adoro il mare e penso proprio di essere nata nel posto sbagliato 🙂
    Buon inizio settimana!

    1. AvatarLa solita mamma

      Grazie ;)!
      Non potrei vivere senza il mare. E’ un mio punto fermo, irrinunciabile.
      Il primo giorno dell’anno voglio sempre, come prima cosa, andare a vedere il mare, anche se diluvia, se c’è un freddo cane e un vento che ti porta via!
      E’ l’impegno per l’anno che inizia rigorosamente mare-dipendente ;)))!

    1. AvatarLa solita mamma

      Posso immaginarlo, perché a costo di vivere in una tenda canadese, non lascerei mai e poi mai il mare ;)))! L’importante è sapere che è là che mi aspetta quando ne ho bisogno!

  2. Avatarmonica

    anche io ti invidio il punto 10!!!…non sai quanto!
    Comunque post bello. Ora penso ai miei 10 piaceri dell’anima. grazie.

  3. Avatarscleros

    ovviamente il 10!!! al primissimo posto!!! (ora mi teletrasporto sulla spiaggia)
    ok ora che sono in costumino sul bagnasciuga (sul calendario è anche agosto..) aggiungo anche un bel voto ai soliti punti:
    2/5/7/8

    ma la capigliatura?? com’è?? scapigliata??

    1. AvatarLa solita mamma

      La mia vita dal parrucchiere è una specie di yo-yo! Passo i mesi a farmi crescere i capelli pari e quando finalmente dovrei essere soddisfatta, me li faccio scalare ;)! Ecco sabato ho scalato, anzi ha scalato mooolto ;)))! E tagliato mooolto!
      Così per prossimi sei-nove mesi starò tranquilla ad aspettare che tornino pari ;)))!
      p.s. per fortuna Pallottolina non mi ha detto : “no piate!”: vuol dire che almeno ho la sua approvazione! Gli altri membri della famiglia non si sono espressi ;)))! Non è un buon segno…

    2. AvatarAlice

      Scusate se mi intrometto, ma potete dare un po’ di conforto anche a me? Sabato, come ogni mese, ho fatto la tinta e come al solito sono uscita con la piega. Oggi sono tornata al lavoro e i commenti si sono sprecati: da “ciao Sandy Marton” a “meglio venire a lavorare che andare dalla parrucchiera..visti i risultati!” frasi dette sì con ironia, ma vi sembra strano se a volte me li lavo di nuovo il giorno dopo pur di non sentire questi commenti? Grrrr

  4. AvatarLaNinin

    Lo voglio anch’io il mare, ne voglio l’odore e il vento!
    Ma non d’estate che fa troppo caldo, adesso!
    Che dici, se mi incammino prima o poi arrivo?
    😀

  5. AvatarAlice

    Aggiungo al tuo P.S. che oltre a far venire il sorriso, è bello prendersi un po’ di tempo e fissare su carta (o nel blog) le cose che abbiamo in testa. Finché non le esprimi attraverso le parole i concetti non sono veramente definiti, pur con il limite che hanno le parole di non riuscire sempre a esprimere le sensazioni in modo compiuto. Però sono convinta che ne vale la pena. Fa bene.

Comments are closed.