LAVA: libri per 0-3 anni

Secondo la solita mamma per ogni bambino c’è un libro giusto.
Nei primissimi anni di vita i bimbi cominciano ad apprendere il mondo che li circonda attraverso i loro cinque sensi e attraverso l’esperienza diretta. Iniziano in questo periodo (chi prima e chi dopo) ad acquisire la capacità di parlare attraverso la ripetizione di quanto sentono dagli altri. Tutto ruota attorno a loro che si sentono, e sono per certi versi, il baricentro dell’universo. Di tutto questo si dovrebbe tener conto al momento della scelta del libro da leggere a voce alta. Quando il bambino comincia a tenere in mano i primi oggetti sono consigliati libri da leggere con il corpo, fatti di materiali morbidi o che gli permettano di fare anche da solo (con un piccolo aiuto, comunque). Mentre la mamma o il papà legge, lui proverà a girare le pagine (anche se in stoffa), inizierà a capire che c’è un verso per guardare le figure e un modo per sfogliare il volume (che sembra ovvio e banale, ma non lo è ancora per lui).
Ci sono poi dei libri che la solita mamma definisce tattili che permettono di esercitare più sensi contemporaneamente, essendo costruiti con materiali diversi (tessuti morbidi, carte lucide, cartoni o plastiche ruvidi). Il testo deve essere molto semplice: si va dal libro-dizionario (un elenco di parole illustrate) alle piccole azioni quotidiane, alle rime molto divertenti e ripetitive. Le immagini devono essere ben definite e di solito non ci sono sfondi (che confondono l’attenzione per il piccolo lettore). Ottime le riproduzioni fotografiche, ma in Italia i libri fotografici per bimbi piccoli putroppo sono quasi sempre gli stessi. Eccezione a quanto appena affermato è Un bacio* di Emanuela Bussolati edito da Panini , un albo interamente fotografico in bianco e nero con qualche macchia rossa (il bambino appunto). Le storie raccontano la quotidianità conosciuta e riconoscibile dal bambino, i riti domestici che scandiscono la sua giornata. Il protagonista delle storie è ovviamente lui, il bambino. La solita mamma ha preferito almeno fino all’anno e mezzo di età scegliere libri che avessero come protagonista un bambino, anziché qualche bellissimo animaletto (ma è stata una considerazione puramente personale).

Controindicazioni
Può sembrare noioso per un adulto leggere ad alta voce al bambino soprattutto nei primissimi anni delle sua vita, ma è importante. E’ il primo gradino di una lunga scala meravigliosa di competenze.
Attenzione. I bimbi possono mettere a dura prova i genitori che LAVA-no, perché quando prendono il vizio sono capaci di farsi ri-ri-ri-leggere lo stesso libro un milione di volte. Con tre figli, per la solita mamma la missione ha rasentato l’impossibile. Solo ora Pallottolina sta uscendo dal tunnel, si spera.
E’ p.e.r.f.e.t.t.a.m.e.n.t.e normale. Hanno solo bisogno di immagazzinare suoni e concetti, qualche volta di attirare la vostra attenzione e spesso di farsi coccolare anche così.
Divertitevi con loro e cercate di inventare modi nuovi di LAVA-re lo steeesso medeeesimo libro ancora una volta, l’ennesima.
Insoliti suggerimenti per LAVA-re a bimbi sotto i tre anni…
Collane
Le prime pagine curata da Emme edizioni
Zerotre curata da Franco Cosimo Panini
Carezzalibri curata da Usborne
Autori sempreverdi
Nicoletta Costa
Altan
Emanuela Bussolati
Case editrici
La coccinella
EL
Imperdibili
Morsicotti* di Cri, edito da Zoolibri
Prime parole edito da Emme edizioni
Ninnananna piccina piccina picciò* di Antonella Abbatiello edito da La coccinella
Non ho sonno* di Luigi Paladin, edito da Lapis
L’uccellino fa*… edito da Babalibri
*Link affiliati Amazon

7 Comments LAVA: libri per 0-3 anni

  1. AvatarLuna

    Ciao solita mamma, sono la mamma di Luna.
    Premetto che fin da piccolissima sono un’accanita lettrice e quindi vorrei passare ai miei figli questa passione. Da sempre in casa abbiamo tanti libri per bambini, ma avrei qualche domanda tecnica…
    Innanzi tutto, cosa intendi per leggere ad alta voce? Bisogna effettivamente leggere quello che c’é scritto o si può raccontare ispirandosi alle immagini? Ho infatti notato che se leggo e basta non mi ascoltano, mentre se parlo a ruota libera descrivendo le immagini e indicando quello di cui parlo mi seguono di più. Luna ha 3 anni, ma avendo la sindrome di down é indietro a livello di linguaggio e perciò credo che i racconti e le parole astratte siano ancora incomprensibili per lei. Descrivendo le figure però riesce a seguire la storia.
    Altro quesito…come si fa se tua figlia non ha voglia di seguire l’ordine delle pagine ma vuole andare in continuazione avanti e indietro?
    Infine, domanda da 100.000 di dollari…come fai a leggere singolarmente ad ognuno dei tuoi figli??? Io ne ho solo due, ma spesso se comincio a leggere un libro a uno arriva l’altro e si intromette, rovinando l’atmosfera e rompendo l’attenzione. Trovare un momento giornaliero esclusivo con ognuno dei due é praticamente impossibile…ci sono “trucchi” per leggere a due contemporaneamente, visto che hanno poca differenza di età?
    Grazie per tutti i consigli.
    A presto
    Veronica

    1. AvatarLa solita mamma

      La scelta di leggere il testo o raccontarlo “interpretandolo” anche attraverso le immagini è solo tuo e dei tuoi bambini. A me piace leggere e i bambini hanno imparato alcune storie a memoria (alcuni libri li adorano e li abbiamo letti all’infinito). Le maestre dei miei bambini preferiscono il racconto mediato. Vanno bene tutti e due. La lettura-racconto è un legame che si instaura “sotto pelle” e deve far sentire a proprio agio te e i tuoi bambini. E’ il vostro metodo ;D!
      Sul modo di sfogliare il libro, lascia anche in questo caso libertà di movimento: lo sfogliare, il raccontare, il senso logico della storia con un inizio e una fine sono tutte “attività” che noi grandi diamo per scontate, ma non è così per i bambini. La mia più piccola non vuole “leggere” libri se manca un testo scritto (e non sa assolutamente leggere!).
      Per quanto riguarda la lettura “cumulativa” ci sono anche da noi i momenti in cui la scelta e la lettura va bene per tutti e tre e altre in cui ci dividiamo i compiti con mio marito. Un suggerimento potrebbe essere quello di far scegliere una storia a ciascuno e leggerle tutte e due in modo che tu possa accontentare i gusti di entrambi (ovviamente ricordati con quale libro cominci per primo, perché il giorno dopo dovrà essere sicuramente il libro scelto dal secondo!)
      Spero di esserti stata abbastanza utile :D!

    2. AvatarLuna

      Grazie!
      Ieri sera erano entrambi nello stato d’animo giusto per un libro, così sono riuscita a leggere lo stesso libro a tutti e due contemporaneamente (senza litigate), tutti e 3 nel lettone…che bello! speriamo si ripeta!

  2. AvatarOlipal

    Anche noi adoriamo Prime parole di Emme Edizioni, quello illustrato da Giulia Orecchia, infatti mi chiedevo se ne esistono altri simili con quelle belle illustrazioni. Ora la mia piccola di 15 mesi ha iniziato a riconoscere e dire le parole!

    1. AvatarLa solita

      Ce ne sono tantissimi, in verità :D!
      Mi viene in mente Il libro gigante della Pimpa: ne ho dovuti comprare due (il primo si era sfasciato!). In biblioteca ce ne sono tantissimi. In libreria pure :D!
      Se ti servono dei titoli specifici fammi sapere.

  3. AvatarOlipal

    Ciao, ho un buono di 10 euro x un libro Einaudi (El o emme), che mi consigli? La mia pupa ha 15 mesi ed è un accanita lettrice. Grazie!

    1. AvatarLa solita

      Ti consiglio la collana Prime pagine della Emme.
      Imperdibili sono sicuramente per una lettrice accanita come tua figlia L’albero vanitoso, Il gatto Camillo, La nuvola Olga.
      Come autori Nicoletta Costa e Altan sono sicuramente apprezzati in quella fascia di età, per il tratto definito e per la riconoscibilità dei protagonisti.

Comments are closed.