Insolito compleanno?

Quattro anni fa la solita mamma dava alla luce la sua secondogenita, Pallina.
Non è stato un parto spontaneo, visto che la piccoletta aveva deciso già da qualche mese che la posizione a testa in giù non faceva per lei. Il ginecologo non ha dato alternative alla solita gestante e ha fissato la data del parto a tavolino: il 13 febbraio (era un mercoledì, giorno della settimana votato alla nascita di tutte e tre le palline! Serendipità?).
La solita donna non era stata particolarmente entusiasta perché avrebbe coinciso con la data del compleanno di un’altra donna importante per lei: la solita nonna!
Un altro acquario nella mia vita non lo posso tollerare! (Per la cronaca era acquario la solita bisnonna, la solita nonna appunto, la solita zia. Ci mancava la solita figlia. La domanda è ancora: serendipità?)
Con la solita nonna i rapporti non sono sempre stati idilliaci dall’adolescenza in poi. Durante i mesi di ricovero in ospedale della solita nonna, la sua “buona” salute coincideva con la particolare voglia di discutere con la solita figlia. Chi non le avesse conosciute non avrebbe potuto capire. Ma quello è stato il loro piccolo grande segreto per combattere tutti i giorni in quella trincea bianca.
Oggi il regalo più bello che la solita nonna poteva lasciare alle solite primogenite in linea dinastica non poteva che essere quel 13 in comune.
Buon compleanno Pallina! Buon compleanno solita nonna!
Il solito motivetto: tanti auguri a te, tanti auguri a te, tanto auguri felici, tanti auguri a te!

5 Comments Insolito compleanno?

Comments are closed.