Insolita città pulita

A Pallandia Home è arrivato il Carnevale ufficiale, anche se un po’ in ritardo (domenica scorsa c’era ancora troppa neve). Ormai si sa che i pallosi coniugi non sono dei sostenitori del mascheramento.
– Oh, mio Dio! C’è il Carnevale oggi? – dice la solita mamma.
– Da cosa lo deduci? – il solito papà.
– Il bar in piazza non sbaglia mai, quando mette “Mi scappa la pipì, papà” vuol dire una cosa sola. E poi basta affacciarsi alla finestra e vedere che i mezzi del comune stanno scaricando le transenne per indicare il percorso dei carri mascherati.
– Bimbi, oggi è Carnevale e passano i carri.
– … – nessuno dà l’impressione di essere interessato, salvo Pallottolina che balla al ritmo di qualcosa.
– Ma di solito, con questo tempo incerto, non lo rimandano? – la solita ottimista.
– Non mi pare che siano intenzionati. Che dici, vuoi portare i bambini a vedere i carri? – propone l’insolito festaiolo.
– Non ci penso nemmeno. Quasi piove, fa freddo e dalle finestre di casa i bambini riescono a vedere meglio che se andiamo giù in strada.
– Ok, ma ti comunico che Pallina si è già addormentata e quindi si perderà lo spettacolo.
– Non credo che si perderà molto – la solita guastafeste.
– Oh, guarda quella bimba vestita da fatina. Domani sarà a casa con la polmonite, con il vento che tira, senza giubbotto – la solita sarcastica.
– Guarda quel bambino vestito da Zorro. Ma i bambini sanno ancora chi è Zorro? – il solito papà.
All’ennesimo “Oh” i due figli svegli cominciano ad interessarsi all’evento.
– Quanta gente e quanti bambini piccoli – la solita mamma.
– Mamma, guarda – Pallino.
– Cosa? Quel bambino? E’ vestito da cow boy – spiega la solita pedante.
– No, mamma. Guarda i camion dell’immondizia – visibilmente eccitato. Da sempre i camion dell’immondizia, in qualsiasi formato essi siano, riscuotono un successo strepitoso per gli occhi del figlio maschio.
– Sentite bambini, la musica – il solito papà.
– Guardate, arrivano i carri – ma i bambini sono interessati esclusivamente alla nettezza urbana.
– Carro dei puffi: nooo, è sempre lo stesso ogni anno – la solita delusa.
– Carro di kunfupanda, un po’ secchino direi – sempre la solita.
– Carro delle olimpiadi: ma quelle dovrebbero essere delle canoe?
– Carro della fattoria: uh, le mucche, i maialini, le galline.
– Carro non-meglio-identificato e pure un po’ sfigato: ma è trascinato a mano – sempre ed esclusivamente la solita mamma.
– Mamma, ma guarda arrivano altri camion dell’immondizia – Pallino.
– Ho capito cucciolo, ma guarda le maschere. Quando ti ricapita?

Alla fine la solita mamma è rimasta da sola alla finestra a guardare l’insolito carnevale. Desolata, alza bandiera bianca. Ci rinuncia. All’ora di cena…
– Mamma, il Carnevale è stato bellissimo – Pallino eccitato.
– Il prossimo anno voglio andarci anch’io. Voglio guidare il camion di Immondiziaspa.
– …
A Pallandia Home il Carnevale è di un livello che lascia un po’ a desiderare, ma l’accuratezza nel ripulire le strade dai coriandoli dopo il passaggio dei carri ha del maniacale. Quest’anno si contavano 4 camion grandi, 6 camioncini, 20 operai (dei quali 9 dotati di soffia-foglie-e-all’occorenza-coriandoli, inutilizzati perché con la pioggia i coriandoli si erano tutti appiccicati) e 3 camion spazza-e-aspira. Nel giro di 1 ora dal passaggio del Carnevale, non ce n’era più traccia di una stella filante
W il Carnevale pulito!

p.s. Per dovere di cronaca, quest’anno l’A.V.I.S ha fatto faville. In realtà si trattava di un corteo di majorette e di ballerini locali davvero bravi. Sempre per dovere di cronaca, la solita bene informata ha saputo che il carro mascherato premiato come migliore allestimento è stato nientepopodimeno che il solito carro dei puffi! Nooo, non è possibile.

6 Comments Insolita città pulita

  1. Avatarfranci

    anche io non amo il carnevale e finchè son piccoli non li porto ;D

    Anche da noi il giorno dopo strade pulite …ma mica per i camion dell’immondizia …per il gran vento che c’è stato …che a noi ieri la bora ci faceva un baffo 😀

    1. AvatarLa solita mamma

      Qui sembra una barzelletta, ma già verso le 14 arriva in pompa magna una carovana di mezzi della nettezza urbana, che aspettano, quasi fanno fretta ai carri, per pulire! Ma questa mania persiste ogni anno in occasione del Carnevale! E’ incredibile!

  2. AvatarEu

    Proporrei, per l’anno prossimo un carro dedicato alla nettezza urbana… Quando il mio maschio era piccino aveva la stessa fissa del tuo 🙂

    1. AvatarLa solita mamma

      Ma anche così, senza sfilare fanno la loro figura eh! Mezzi di tutte le taglie e attrezzi di tutti i tipi…
      Mio figlio ha cinque anni, ma i camion della nettezza urbana insieme a quelli dei pompieri rappresentano il massimo della felicità! Possiamo mummificarci davanti a uno di questi, per vedere cosa fanno ;D!

  3. AvatarAlice

    Ma sai che ho notato che sempre più persone dicono di non amare il Carnevale. Capisco l’adulto, ma come può il bambino non adorare il fatto di potersi travestire? Per un giorno puoi essere qualcun altro. C’è gente che lo fa di mestiere! Eppure la maggior parte degli adulti che non amano il Carnevale, ricordano questa sensazione fin dall’infanzia. Dovrebbe essere solo una giornata diversa, solo un gioco. E’ solo il mio modo di vedere, ma mi fa un po’ di tristezza. Ridatemi il Carnevaleeeee!!!

    1. AvatarLa solita mamma

      Chissà perché? Non lo so. Ho ricordi di travestimenti improbabili inventati da mia madre (secondo lei bellissimi, ma io molto timida, li vivevo male perché nessuno capiva da cosa ero vestita). Ma non sono sicura che sia questo il motivo. Forse è semplicemente che non ne sentiamo il bisogno, forse perché lo viviamo come una moda un po’ commerciale… Ma è bellissimo che a te il Carnevale piaccia un sacco! Non devi essere triste per chi non ha voglia di travestirsi, gioisci perché diverte te!
      Un abbraccio e a presto

Comments are closed.