La solita Pallina

La secondogenita ha uno spiccato senso della teatralità e una capacità innata di far sentire in colpa la solita mamma. Spesso quando le succede qualcosa o magari si sveglia storta urla a squarcia gola: – Voooglio papiii!
Dopo tre anni la solita mamma se ne è fatta una ragione. E’ diventata un’abitudine. D’altronde come prima figlia femmina è comprensibile l’amore smodato per il suo papà.
Da quando la solita mamma vive spesso extra-pallandia Pallina ha modificato le sue richieste.
Al risveglio storta l’urlo è diventato: – Voooglio mammaaaa!
Anche in questo caso è sembrato normale chiedere la presenza della solita genitrice, considerata la lontananza. L’ego del solito papà tuttavia ha subito un duro colpo.
In questo weekend a Pallandia Home la solita figlia estrema ha dimostrato tutta la sua spettacolarità.
Per spirito di imitazione con la sorella minore, Pallina ha voluto rimanere a piedi completamente nudi. La sua irruenza fisica, i giochi e la stanchezza di fine giornata le hanno causato un incidente piuttosto doloroso. Si è fatta cadere una sedia sul piedino. I soliti genitori sono intervenuti immediatamente. La solita mamma ha cercato di consolarla tenendola in braccio e il solito papà ha provveduto ad applicare del ghiaccio sull’arto ammaccato di Pallina. E lei, disperata ed egocentrica, niente meno che al centro dell’attenzione di mamma, papà e Pallottolina accorsa per un “dato ‘cino” (= ho dato un bacino, che equivale a con una bacino passa tutto!), lei, Pallina, invece, urlante ma osservatrice, ha cominciato ad urlare: – Voglio Pallinooo!
E la solita mamma è scoppiata a ridere come una pazza.
Pallina ha costretto Pallino a lasciare i suoi giochi per farsi consolare.
Il solito San Pallino!
E la solita Pallina da palcoscenico.

2 Comments La solita Pallina

  1. AvatarLa solita mamma

    E’ davvero incredibile quanta pazienza ci vuole! Con la mia secondogenita ce ne vuole in dosi massicce! E l’adoro per questa sua capacita’ di attirare l’attenzione, perche’ mi rendo conto che non e’ facile essere la figlia di mezzo.

Comments are closed.