La solita lagna

In un mondo perfetto, retto dagli ormoni della maternità che hanno sorretto la solita mamma fino a qualche tempo fa, le cose andrebbero sempre magnificamente.

In un mondo perfetto, finita la fase in cui i bambini dipendono al 90% dalla solita mamma (non le stanno appiccicate alla tetta più volte al giorno, non rappresenta più il loro unico mezzo di locomozione e così via) la vita dovrebbe essere splendida.

In un mondo perfetto, conclusa la fase in cui ogni singolo batterio, virus o bacillo impestava a rotazione anche più volte i singoli membri della solita famiglia tutto l’anno solare, l’esistenza potrebbe assumere colori sgargianti e luminosi.

In un mondo perfetto, portato a termine un compito fisicamente faticoso come quello di procreare in tre anni, non più giovanissima, tre figli, sfamarli, educarli, far sopravvivere un matrimonio (per farlo vivere a pieno regime ci vorranno ancora degli sforzi!), essere riuscita a lavorare dentro e fuori Pallandia Home per 24 ore al giorno (se non è un tempo pieno questo!), senza aiuti(ni) (i soliti nonni hanno già i loro problemi), il mondo dovrebbe apparire bellissimo.

Invece.

La solita mamma sta crollando. La cosa strana è che per capirlo ha dovuto sborsare un po’ di quattrini al Dottor Om, tranquillizzante omeopata, piuttosto caro per le finanze della solita famiglia, che dopo una lunga chiacchierata ha detto: – Sei molto stanca e il tuo fisico è stato provato e affaticato in questi ultimi tempi. Così insieme a tutte le altre cose che la solita organizzatrice dovrà ricordare, ci sono enne gocce magiche di vario colore da assumere più volte al giorno.

In un mondo perfetto la solita mamma sarebbe potuta arrivare alle stesse conclusioni, anche da sola :).

3 Comments La solita lagna

  1. AvatarMathilda Stillday

    Che peccato! Soldi spesi per sentirti dire le cose che tu già sai e che un’Amica ti avrebbe detto gratis. Però vedrai dopo la cura come sarai la solita super mamma! ;oD

Comments are closed.