I soliti isterismi

Sarà questa estate un po’ strana, sarà la classica sindrome premestruale, sarà l’età che comincia a non deporre più in favore della solita donna, saranno i pochi soldi, sarà l’eterna precarietà sul lavoro (in questi giorni si tratta più di disoccupazione certa dalla fine dell’anno che di precarietà), ma in questi giorni la solita mamma si sente una bestia in gabbia.
E’ strano che quando non gira per il verso giusto, succede di tutto.
Per cominciare hanno rubato la bicicletta della solita famiglia, quella con i due seggiolini per le palline più piccole. Oltre alla cifra necessaria per il riacquisto della bici (notevole!), è stato sconvolgente il prezzo dei seggiolini. Se ne deduce che in realtà abbiano rubato l’intera bici solo per il valore dei due optional.
La solita mamma ha fatto benzina andando al lavoro. La radio diceva senza troppo clamore che il prezzo del carburante è salito a 1,60 euro, ma per la solita distratta è stata una doccia fredda quando il benzinaio le ha detto la cifra aggiornata per il pieno.
Come se non bastasse, in mattinata la solita donna ha ricevuto la telefonata della baby sitter che le comunicava il fallimento del suo metodo educativo, in parole povere se la solita mamma continua ad essere nervosa, i soliti bambini godranno di stress inutile.
Per finire gli occhiali-sostituti le fanno un male allucinante (senza non può stare, perché non vede assolutamente nulla).
La ciliegina sulla torta? C’è anche quella. Si è rotto il lettore dvd. Una vera tragedia perché l’unico modo per vedere un telegiornale in pace e qualche rarissimo film a Pallandia Home, visto che non sono stati sottoscritti abbonamenti di sorta extra-canone, è registrarli e rivederli in un secondo momento (magari anche qualche mese dopo, quando le pallose circostanze lo consentono).
Sarà Giove e l’oroscopo, sarà il feng shui impazzito dentro e attorno casa, ma in questo periodo alla solita mamma manca solo di appendersi un bersaglio al collo, spalancare le braccia e aspettare.