Volersi bene come viaggio di andata verso il futuro

Racconta un’antica storia zen di uno studioso che un giorno andò a visitare un famoso maestro, per interrogarlo sul significato dello zen. L’uomo pose numerose domande, ma era così preso dalle proprie idee che raramente lasciava rispondere il maestro.
Dopo circa un’ora di questo dialogo a senso unico, il maestro gli domandò se volesse una tazza di tè. Quando lo studioso porse la propria tazza, il maestro continuò a versare il tè fino a farlo traboccare.
“Basta!” protestò lo studioso.. “La tazza è piena. Non ce ne sta più,”
“Sì,” rispose il maestro “e così la tua mente. Non puoi imparare lo zen se prima non svuoti la tazza”.

(tratto da Meditazione per negati* di Stephan Bodian, Mondadori 2009)

Il 2016 si è aperto all’insegna di un obiettivo molto semplice sia per la solita Simonetta che per il solito marito e che si riassume in una parola “focus”. Vista la frenesia degli ultimi anni i soliti coniugi hanno pensato di concentrarsi su poche e semplici cose che li fanno stare bene. Per la solita donna, come diceva in occasione della vigilia del suo compleanno, c’è quella di prendersi cura di sé. Alzarsi presto la mattina per fare una bella camminata al mare, soprattutto in questo periodo in cui vede spuntare il sole dall’acqua, per la solita mamma è volersi bene. Esattamente da un anno, al suo rientro, quando la casa è ancora silenziosa pratica venti minuti di yoga e sta iniziando a “respirare” (una sorta di meditazione, ma che meditazione non è). Ne parla ora perché in verità questa attività mattutina, che la concilia per il resto della giornata, è una cosa intima. Le piace fare l’autodidatta e documentarsi da sola (tra libri, ebook, e video la collezione di “maestri” che la sta virtualmente accompagnando è notevole).

La solita blogger è arrivata alla conclusione che le piace l’idea di svuotare la mente – come insegna il maestro della storiella -, perché desidera imparare lo zen. Essere.

Com’è ovvio che sia la solita Simonetta non ha la ricetta per “riuscire” con successo in questo suo progetto di vita. Ma in fondo, come dice qualcuno, non è importante la meta. Volersi bene come viaggio di andata verso il futuro sembra un buon obiettivo, di cui non dar conto a nessuno, se non a sé stessa.

E tu, cosa fai per volerti bene? Ti vuoi abbastanza bene per prenderti cura di te e solo di te?

*Link affiliato Amazon

meditazione per negati Book Cover meditazione per negati
Stephan Bodian
Libri per grandi
Mondadori
2009
400

Un viaggio in se stessi per una vita più felice e più sana. La ricerca scientifica prova che la meditazione è un ottimo sistema per ridurre lo stress, calmare la mente migliorando il proprio stato di salute e il benessere. Questo libro è adatto sia a chi si avvicina per la prima volta alla meditazione sia a chi l'ha già praticata in passato e desidera ripassarne i principi. Il testo offre numerosi consigli e tecniche alla portata di tutti. Principi di base della meditazione - che cos'è la meditazione e quali benefici può apportare in termini di riduzione dello stress, di miglioramento della salute e di aumento della pace interiore e del benessere. Partire col piede giusto - istruzioni semplici e complete per iniziare a lavorare su di sé e sulla propria mente, e per imparare a meditare nel modo migliore. Prepararsi alla meditazione - come preparare il corpo a meditare, focalizzare la propria consapevolezza e aprirsi al momento presente. Perfezionare la pratica - come gestire le distrazioni come pensieri ricorrenti, inquietudine, autogiudizio e alter.