Le solite riflessioni di fine anno

Sta finendo questo 2013. E lo sta facendo nel migliore dei modi.
In questi giorni la solita Simonetta si sta rendendo conto che l’anno trascorso è volato, con qualche alto e basso emotivo nella norma e i soliti dubbi. Fondamentalmente è stato positivo.
Forse è il tempo che passa per la solita donna, forse sta uscendo dal tunnel della maternità avvolgente al 100% che le toglieva un po’ (molta) di lucidità, forse è riuscita a stabilire le priorità che in tanti anni non aveva ancora capito davvero fino in fondo e che fanno parte di lei (perché lei è proprio così e non può andare contro la sua natura in perenne ricerca di essenzialità), ma tant’è.
La solita blogger si è resa conto che in parte le sue riflessioni sono nate anche grazie a questo spazio, grazie a voi che avete avuto la voglia di partecipare con i vostri commenti e le vostre email.
La consapevolezza come donna è una bella conquista che richiede tempo, pazienza e un po’ di testardaggine (e quella non le manca di certo). La solita lettrice ha letto molto, e anche questo ha contribuito alla sua determinazione ad arrivare al nocciolo delle questioni. Romanzi, saggi, fumetti, libri per grandi e per bambini sono per la solita Simonetta una continua fonte per porsi vecchie domande e darsi nuove risposte. Sono viaggio, relazioni, placebo per l’anima e coccole per la mente. Ecco perché ai dubbi che l’estate aveva portato alla solita mamma (ne potete leggere qui), la scelta di lavorare in biblioteca è stata la sola opzione possibile. E in premio ha ricevuto colleghi nuovi brillanti, sensibili, acuti osservatori e squisiti stuzzicatori dei neuroni della solita donna.
Tutto questo ovviamente non sarebbe stato possibile senza il solito compagno di vita e i soliti figli. Quattro persone che le fanno pensare di essere molto fortunata ad averle nella sua esistenza.
Amici veri in carne e ossa e virtuali ci sono sempre e su di loro la solita Simonetta può contare in ogni momento.
No, non è un idillio.
E no, non è un post in stile siamo tutti più buoni.
In questo periodo va così a Pallandia Home e per la solita blogger c’è solo da ringraziare (rischiando di apparire melensa).
Buon anno a tutti e grazie :).

 

14 COMMENTS

  1. Ti auguro che il 2014 sia ancora più bello, sopratutto in “conquiste” di spazio tuo…che in effetti ci fanno sentire meglio!!!
    I bimbi crescono e noi ricominciamo a rallentare…..
    Buon anno!

    • I bimbi crescono e si percorrono nuove strade. Loro la loro e noi la nostra con un occhio di riguardo sempre per loro (senza sottovalutare mai che stanno crescendo). Un abbraccio forte e tanti auguri anche a te 🙂

Comments are closed.