Aspettando il Natale 4

La solita mamma rischia il carbone sotto l’albero se non pubblica questo post (dopo questo e questo). E’ il rischio che si corre quando i figli sanno leggere e capiscono che la loro genitrice aggiorna un blog.
Trattasi di una canzone liberamente interpretabile da chi passa da queste insolite parti.
Attualmente l’autore risulta sconosciuto, ma è benvenuta qualsiasi fonte certa per documentare l’opera.
La solita Simonetta non ha precisato, ritenendolo superfluo e scontato, che ogni poesia, filastrocca e canzone che una sola delle palline deve imparare, viene assorbita a memoria da tutta la famiglia (il solito papà escluso, che si gode solo lo spettacolo finale).

credits: Morguefile
Senza titolo (presumibilmente Natale?)
Il mattino a Natale, tutti regali voglio scartare.
Buon Natale, buon Natale.
Il pomeriggio con i parenti, giochi e risate tutti contenti.
Buon Natale, buon Natale.
Ecco la sera, sono un po’ stanco, spero che nevichi e sia tutto bianco.
Buon Natale, buon Natale.
Ecco la notte con tutte le stelle, guardo il presepe con le sue pecorelle.
Buon Natale, buon Natale.
(di fonte sconosciuta)